Friday, 25 May 2018 - 22:12

Numerosi interventi del Soccorso alpino

Ago 15th, 2015 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

soccorso alpino II zona dolomiti bellunesiBelluno, 14-08-15  Passata l’una l’elicottero del Suem di Pieve di Cadore è intervenuto sulla Torre Grande di Falzarego, Cortina d’Ampezzo, dove uno scalatore, nella fase di rientro dopo aver raggiunto la cima, era caduto sbattendo la testa. Sbarcati in hovering tecnico del Soccorso alpino medico e infermiere, all’uomo, P.F., 64 anni, di Mira (VE), sono state prestate le prime cure. Imbarellato, è stato recuperato con un verricello di 3 metri per essere trasportato con un possibile trauma cranico all’ospedale di Belluno.

Sempre a Cortina, tre alpinisti sull’ultimo tiro della Via Eotvos-Dimai, Tofana di Rozes, hanno contattato il 118 preoccupati per l’approssimarsi del temporale. L’eliambulanza ha tentato l’avvicinamento sia calando il tecnico del Soccorso alpino con il verricello, sia in hovering, ma le forti raffiche di vento hanno impedito di portare a termine la manovre. I tre scalatori sono poi riusciti a completare l’ultimo tratto e a prendere il ghiaione del rientro.

Ad Auronzo di Cadore, una turista fiorentina, M.O., 64 anni, di Reggello, si è infortunata a una caviglia nei pressi di Malga Misurina. Allertato il Soccorso alpino, è stata inviata una squadra del Corpo forestale dello Stato che ha accompagnato la donna fino all’ambulanza.

Una squadra ha poi soccorso un’altra escursionista, T.C., 77 anni, di Copparo (FE), infortunatasi vicino alla chiesetta sotto le Tre Cime, per trasportarla all’ambulanza della Croce Bianca, diretta all’ospedale di Cortina.

L’elicottero del Suem di Pieve di Cadore ha effettuato un intervento impegnativo sulla Piccola di Lavaredo. Due alpinisti polacchi, infatti, che stavano facendo le calate dalla Via Glovatz, sono rimasti bloccati 100 metri circa sotto la cima a causa delle corde delle doppie incastrate nella roccia. Il tecnico del Soccorso alpino dell’equipaggio è stato calato con un verricello di 95 metri, li ha assicurati e recuperati. Entrambi sono quindi stati portati a valle.

In Comune di Selva di Cadore, una squadra del Soccorso alpino della Val Fiorentina, allertata verso le 13.30 dal 118, è intervenuta nella zona di Mondeval in aiuto di una escursionista, G.D.P., 34 anni, di Ormelle e di una bimba di 10 anni che era con lei. Partite infatti dal campeggio prossimo al Rifugio Aquileia in direzione del sito mesolitico, arrivate in un punto con il sentiero scarsamente segnalato, avevano perso l’orientamento. Rintracciate le coordinate Gps del punto in cui si trovavano, tre soccorritori si sono avvicinati percorrendo un chilometro a piedi, finché non le hanno ritrovate, in un bosco del Col del Termine, a 10 minuti circa dal sentiero, e le hanno riaccompagnate a valle.

Share

Comments are closed.