Wednesday, 22 August 2018 - 07:02

Trauma alla caviglia al rifugio Boz. Soccorsa 61enne alla Pala Favera. Recuperati alpinisti in Marmolada

Ago 10th, 2015 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina
Suem (foto Alessandro Ganeo)

Suem (foto Alessandro Ganeo)

Cesiomaggiore (BL), 10-08-15 L’elicottero del Suem di Pieve di Cadore è intervenuto al Rifugio Boz, dove si trovava un’escursionista vicentina, C.T., 51 anni, di Torrebelvicino, che si era procurata un trauma alla caviglia. Imbarcata, la donna è stata accompagnata all’ospedale di Feltre.

Zoldo Alto (BL), 10-08-15 Verso le 13 il Soccorso alpino della Valle di Zoldo è intervenuto sopra Palafavera, non distante da Malga Fontanafredda, dove M.B., 61 anni, di Rimini, aveva accusato problemi alla vista. Grazie alla descrizione dettagliata del posto da parte del marito e alle coordinate Gps, i soccorritori hanno subito raggiunto in jeep la coppia e la hanno accompagnata a valle. Dopo aver contattato il reparto di Oculistica dell’ospedale per le opportune informazioni, marito e moglie si sono diretti autonomamente verso Belluno.

Rocca Pietore (BL), 10-08-15 Questa mattina alle 7 l’elicottero del Suem di Pieve di Cadore è intervenuto in Marmolada sulla via Tempi Moderni, dove erano bloccati da ieri, dopo una notte all’addiaccio, due alpinisti. Ieri sera, infatti, i rocciatori, D.S., 50 anni, di Livinallongo (BL), e L.L., 46 anni, scozzese, erano stati fermati prima di affrontare gli ultimi due tiri da pioggia e grandine e avevano contattato il 118 che alle 20 passate aveva inviato l’eliambulanza, impossibilitata purtroppo a intervenire per la presenza di banchi di nubi. Oggi il recupero dei due alpinisti, che avevano bivaccato su un terrazzino, avvenuto utilizzando un verricello di 30 metri.

Share

Comments are closed.