Monday, 25 June 2018 - 19:43

A Livinallongo le opere idrauliche reggono perfettamente il nubifragio

Ago 8th, 2015 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina
Briglia selettiva sul Rio Chiesa

Briglia selettiva sul Rio Chiesa

“Il nubifragio di questa notte che ha colpito in due fasi di forte intensità dopo l’una e 40 la parte orientale del Comune di Livinallongo del Col di Lana non ha causato nessun danno grazie alle diverse opere di difesa realizzate dalla Regione in questi anni sul Rio Chiesa mediante i Servizi Forestali Regionali e il Genio Civile”.

E’ quanto riferisce il sindaco Leandro Grones all’indomani dei nubifragi sparsi, peraltro annunciati dalla Protezione civile regionale, con allarme meteo che cesserà domenica mattina.

“Le opere hanno funzionato alla perfezione – prosegue il sindaco di Livinallongo – , nonostante questo sia stato un evento che per apporto di materiale, intensità e durata non ha uguali a memoria d’uomo.

Il “debris flow” sul Rio Chiesa è durato quasi un’ora e mezza con un apporto continuo a valle di materiale detritico. La briglia selettiva posta a monte dell’abitato di Pieve ha fermato i massi di grandi dimensioni e molti tronchi per oltre 6.000 mc. Piena anche la briglia selettiva sul Bus del Bruo in loc. Prade. Ha retto al nubifragio pure il lavoro di consolidamento del ripido versante posto sulla sinistra orografica del Rio Chiesa realizzato tre anni fa.

Leandro Grones

Leandro Grones

Nessun problema quindi per il nuovo ponte sulla comunale che porta a Palla, sul tombotto artificiale sotto la piazza di Pieve e neppure sul ponte di Fondovalle. A Retiz, dove il Genio Civile ha concluso poche settimane fa i lavori per la realizzazione del nuovo ponte e la demolizione del vecchio con il conseguente adeguamento dell’alveo, pare quasi non sia successo nulla; senza quei lavori sarebbe stata un catastrofe.

Lunedì  – conclude Grones – inizieranno le operazioni di svuotamento della briglia sul Rio Chiesa e i sopralluoghi dei tecnici regionali, compatibilmente con le preminenti emergenze in Val Boite e ad Auronzo”.

Share

Comments are closed.