Wednesday, 12 December 2018 - 20:37

Soccorso alpino: gli interventi di oggi, mercoledì 5 agosto

Ago 5th, 2015 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

serva soccorso alpino

RECUPERATI ALPINISTI ILLESI SULLA SOLLEDER-LETTEMBAUER

Alleghe (BL), 05-08-15 Poco dopo le 19, il 118 è stato allertato dal gestore del Rifugio Tissi, contattato da tre alpinisti che, arrivati all’altezza del ghiacciaio del Cristallo sulla Via Solleder-Lettembauer, non erano più in grado di proseguire per la fatica, né di affrontare la notte in parete. L’elicottero del Suem di Pieve di Cadore, decollato in direzione della parete nord-ovest della Civetta, ha individuato i tre, due uomini, R.D.M., 50 anni, di Trichiana (BL), M.B., 53 anni, di Belluno, e una donna, C.S., 53 anni, di Montecchio Precalcino (VI), e li ha recuperati in tre rotazioni con un verricello di 15 metri, per trasportarli al Tissi.

FRATTURA ALLA CAVIGLIA SOTTO LA TORRE JOLANDA

Agordo (BL), 05-08-15  L’elicottero del Suem di Pieve di Cadore è intervenuto questa mattina alle 10 sullo zoccolo che porta all’attacco delle vie sulla Torre Jolanda, nel gruppo della Moiazza. Un alpinista, infatti, era caduto mettendo male un piede tra le rocce e si era procurato la sospetta frattura di una caviglia. Una volta raggiunto, P.D., 42 anni, di Villorba (TV), è stato recuperato con un verricello di 10 metri e trasportato all’ospedale di Belluno.

 

GRAVE ANZIANO CADUTO CON LA BICI

Auronzo di Cadore (BL), 05-08-15   Verso le 10 il Soccorso alpino di Auronzo è stato allertato dal 118 per intervenire in supporto a un’ambulanza, vicino al Ponte Malon, lungo la pista ciclabile, per un anziano che, perso il controllo della propria bici era caduto per 4-5 metri finendo nel greto del torrente e ferendosi gravemente. Prestategli le prime cure, L.O., 77 anni, di Mirano (VE), è stato imbarellato con un probabile politrauma e trasportato all’ambulanza, che lo ha accompagnato fino a Pieve di Cadore, da dove poi l’elicottero, appena rientrato da una precedente missione, è decollato in direzione dell’ospedale di Belluno.

 

RECUPERATI ALPINISTI INCRODATI SUL CAMPANILE DULFER

Auronzo di Cadore (BL), 05-08-15  Alle prime luci del giorno il Pelikan di Bressanone ha recuperato i due alpinisti rimasti incrodati ieri sul Campanile Dulfer nei Cadini di Misurina. L’allarme era stato lanciato dai due rocciatori trevigiani, T.G., 39 anni, di Vittorio Veneto, e R.C., 37 anni, di Santa Lucia di Piave, in difficoltà poiché, mentre stavano affrontando gli ultimi tiri della calata, una scarica di sassi aveva tranciato una delle due corde e, pur provando a calarsi solo con la restante, erano stati costretti a fermarsi a 100 metri circa dalla base e a chiamare il 118. L’elicottero dell’Aiut Alpin Dolomites di Bolzano aveva tentato di avvicinarsi alla parete, fermato però dalle nuvole dell’imminente temporale. Aveva quindi sbarcato al Rifugio Carpi due soccorritori della Stazione di Cortina, intervenuti in una precedente missione. Dieci tecnici del Soccorso alpino di Auronzo, compreso il Corpo forestale dello Stato, hanno quindi raggiunto il Carpi, con il temporale in corso, e una squadra ‘veloce’ è partita in direzione del Campanile per valutare le eventuali modalità di intervento. I due scalatori, contattati vocalmente dai soccorritori, si trovavano su un terrazzino sopra cento metri di parete strapiombante, impossibili da raggiungere in sicurezza con quelle condizioni di tempo. Stavano bene ed erano assicurati, si è quindi attesa l’alba e il decollo dell’eliambulanza, supportata dai soccorritori al rifugio. Questa notte alle 2, i soccorritori di Auronzo che rientravano si sono inoltre fermati ad aiutare nella bonifica della colata detritica che ha interessato la Val Gravasecca, che ha bloccato l’Ansiei.

Share

Comments are closed.