Wednesday, 22 November 2017 - 01:02

Vertice in prefettura con sindaci e Poste italiane sulla razionalizzazione degli uffici postali

Lug 22nd, 2015 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

prefettura comitato ordine pubblicoSi è tenuta questa mattina in Prefettura, la riunione con i sindaci di Colle Santa Lucia, Comelico Superiore, Gosaldo, Zoldo Alto ed i vertici provinciali di Poste Italiane spa per discutere sul Piano degli interventi per la razionalizzazione della gestione degli uffici postali.

Poste italiane, infatti, ha predisposto per la provincia di Belluno, la rimodulazione delle giornate e degli orari di apertura di alcuni uffici postali nonché la chiusura di alcuni di essi.

Alla riunione, presieduta dal viceprefetto vicario reggente la Prefettura, Carlo De Rogatis, hanno preso parte i sindaci dei Comuni di Colle Santa Lucia, Comelico Superiore, Gosaldo, Zoldo Alto e, per Poste Italiane spa il direttore provinciale – Mercato privati area territoriale Nord Est, i responsabili della Segreteria tecnica di gruppo e relazioni esterne – Comunicazione territoriale Nord Est.

In apertura dei lavori è stato fatto il punto della situazione relativa all’attuazione del piano di razionalizzazione della gestione degli uffici postali, che ammontano in provincia ad un totale di 106 sedi e 40 sportelli ATM, sulla base delle risultanze del tavolo di confronto attivato a livello regionale.

Al riguardo è stata confermata la rimodulazione delle giornate e degli orari di apertura degli uffici postali situati nei comuni di Colle Santa Lucia, Gosaldo e Zoldo Alto, nonché la chiusura dell’ufficio postale nella frazione di Candide del comune di Comelico Superiore.

Pur essendo stata ribadita dai sindaci la posizione di dissenso già precedentemente espressa rispetto alle ipotesi di cui sopra, è stato avviato un confronto a livello provinciale per una diversa distribuzione delle giornate di apertura/chiusura degli uffici postali, finalizzata a garantire, seppure su più uffici limitrofi, un servizio pressoché quotidiano ai cittadini delle zone interessate.

Verrà inoltre valutata la possibilità di implementare la rete degli sportelli ATM, che garantirebbero la fruibilità di alcuni servizi postali.

In conclusione dell’incontro, il viceprefetto vicario ha ribadito l’attenzione della Prefettura sulla problematica ed ha assicurato la disponibilità dell’Ufficio ad organizzare nuovi incontri sull’argomento, laddove necessari.

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.