Wednesday, 22 November 2017 - 13:15

Dal 23 al 26 luglio ritorna la “Regina”: Coppa d’Oro delle Dolomiti 2015. Con oltre 80 vetture, passaggio in 4 regioni, tappa in notturna, Maserati test drive, e villaggio per i gentlemen drivers

Lug 21st, 2015 | By | Category: Eventi, sport, tempo libero, Prima Pagina, Società, Istituzioni

 

Alessandro Casali

Alessandro Casali

Presieduta da Alessandro Casali, già a capo di Mille Miglia, e organizzata da Meet Comunicazione sotto l’egida di Aci Storico e con la concessione di A.C. Belluno, la gara scalda i motori per una partenza spettacolare. Giù di acceleratore dal Veneto alla volta del Friuli Venezia Giulia, passando per l’Alto Adige, il Trentino fino a tagliare il traguardo a Cortina d’Ampezzo.

Supercar per una super Coppa d’Oro. Alfa Romeo schiera la 4C spider a fare da apripista e la storica 1900 Sport Spider. Maserati rilancia con esemplari unici in gara; il Maserati Experience, test drive per chi è a caccia di emozioni forti e un tuffo nella storia dell’automobilismo: da “ammirare” al villaggio piloti una rara GP250, monoposto di Formula 1 che debuttò al Gran Premio d’Argentina nel ‘54 vincendo con il mitico Juan Manuel Fangio. Da lì Stirling Moss scelse di guidare una GP250 per tutta la stagione.

Coppa d’Oro prenderà il via il 23 luglio con le verifiche tecniche, mentre la mattina del 24 in Corso d’Italia a Cortina si raduneranno i gentlemen drivers con le loro vetture senza tempo. Sulle auto incolonnate in “griglia di partenza” verrà effettuata la tradizionale punzonatura, uno dei simboli delle edizioni storiche: oggi come allora, il punzone di piombo sigillerà le vetture che potranno prendere il via alle ore 8:30, dando vita a due giorni di avvincente “battaglia” sportiva. A raccontare con dovizia di particolari lo start sarà come da tradizione Savina Confaloni, giornalista e noto volto televisivo.

Alla corsa sono ammesse vetture costruite tra il 1919 e il 1961, ma è prevista anche una categoria speciale riservata ad auto realizzate tra il 1962 e il 1965 che siano di particolare interesse storico o che si siano distinte per particolari meriti sportivi. In gara anche le vetture della categoria Sport-Barchetta. «Anche quest’anno la Coppa d’Oro delle Dolomiti si terrà a luglio in ricordo delle storiche edizioni. A competere in questa edizione edizioni – ha osservato il patron Alessandro Casali – gentlemen drivers provenienti da oltre 10 paesi del mondo. Coppa d’Oro delle Dolomiti 2015 grazie alle prestigiose auto storiche presenti si conferma tra le prime gare di regolarità al mondo».

Andrea Franceschi

Andrea Franceschi

Protagonista come da tradizione sarà Cortina che anche quest’anno: «ospiterà gli equipaggi – ha sottolineato il Sindaco di Cortina d’Ampezzo Andrea Franceschi – che affronteranno i percorsi dolomitici assaporando le meraviglio di questo territorio unico al mondo, per poi rientrare nella conca ampezzana che li accoglierà con l’ospitalità e lo stile che da sempre la contraddistinguono».

Lucio De Mori e Tiziano Introvigne

Lucio De Mori e Tiziano Introvigne

A fare un bilancio pre-gara è Lucio De Mori, neo eletto presidente dell’Automobile Club Belluno: «Siamo contenti dell’incremento degli equipaggi iscritti e della massiccia presenza dei piloti stranieri in gara. La prima giornata di gara sarà molto impegnativa per l’attraversamento di due dei passi più ostici e l’aggiunta quest’anno della tappa in notturna. La seconda giornata sarà, invece, all’insegna del verde dei paesaggi e di un tracciato più agevole».

Tante le novità quest’anno. Prima fra tutte, la tappa notturna che tra Passo Giau, Caprile (con sosta per la cena) e Cernadoi vedrà gli equipaggi misurarsi lungo i luoghi di montagna più belli intorno a Cortina. Il percorso regalerà agli equipaggi in gara la possibilità di ammirare gli incantevoli paesaggi delle Dolomiti patrimonio Unesco passando, tra gli altri, per un luogo di grande impatto storico come Longarone, proseguendo per Sappada, Brunico, il Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi e Dobbiaco con la vista suggestiva delle Tre Cime di Lavaredo.

A regalare emozioni forti sarà non solo la bellezza del paesaggio, ma anche e soprattutto l’adrenalina della gara. Occhi puntati sui piloti che si sono aggiudicati le passate edizioni.

Equipaggio Canè Galliani plurivincitori Coppa d'Oro delle Dolomiti

Equipaggio Canè Galliani plurivincitori Coppa d’Oro delle Dolomiti

E’ il caso del plurivincitore Giuliano Canè, il campione in carica Giordano Mozzi e Domenico Battagliola pronti a sfidarsi, fino all’ultimo metro, per arricchire il proprio palmares. Tra i favoriti anche il collaudato equipaggio formato da Andrea Vesco e Andrea Guerini. L’arrivo al traguardo delle prime vetture è previsto per sabato 25 luglio in Corso d’Italia a Cortina a partire dalle ore 17:45.

Favoriti a parte, la classifica finale non sarà affatto scontata. Un percorso tutto nuovo, la tappa in notturna e la presenza di nuovi equipaggi stranieri darà, infatti, filo da torcere ai “veterani” di Coppa. Quindi occhio alla strada e allo specchietto retrovisore dal quale potrebbe spuntare, da un momento all’altro, l’outsider che nessuno si aspetta.

Sponsor e partner d’eccezione a Coppa d’Oro delle Dolomiti. Primo gruppo italiano di software e servizi IT, Engineering è attivo nella progettazione, nei servizi di outsourcing, nello sviluppo di soluzioni proprietarie e nella consulenza: 7.500 dipendenti, oltre 40 sedi in Italia, Belgio, Norvegia, Repubblica di Serbia, Brasile, Argentina e Stati Uniti. Valore della produzione a fine 2014 di 853 milioni di euro. La capogruppo Engineering Ingegneria Informatica, fondata a Padova nel 1980, è quotata dal 2000 in Borsa nell’indice FTSE Italia STAR.

Sponsor d’eccellenza dell’evento è Dedagroup ICT Network, con un fatturato di 205 milioni di € e 1700 collaboratori è il 9° gruppo IT a capitale italiano. Supporta Aziende, Enti Pubblici ed Istituti Finanziari nelle loro strategie IT e digitali con competenze tecnologiche, applicative e di system integration. Dalla sua nascita, nel 2008, il Gruppo ha registrato una crescita costante e ha internazionalizzato le sue operazioni in Messico, Stati Uniti, Francia e Medio Oriente. Dedagroup ICT Network adotta il modello di business della “Federazione delle Competenze”: le 15 aziende che ne fanno parte hanno competenze distintive che si integrano attorno ai bisogni dei clienti per accompagnarli nella trasformazione digitale. Al primo classificato di Coppa d’Oro delle Dolomiti 2015 andrà anche il Trofeo Dedagroup.

Gruppo Vitali è oggi una società leader in Italia e in Europa nel settore delle costruzioni, con divisioni specializzate in quattro aree di business principali: sviluppo immobiliare, grandi opere infrastrutturali, decommissioning & bonifiche ambientali oltre al ramo della produzione industriale degli aggregati per l’edilizia.

Prestigiosi gli Official sponsor. Veuve Clicquot sarà protagonista in qualità di Official Champagne con Veuve Clicquot Yellow Label, l’Etichetta Gialla simbolo indiscusso della Maison. Presenti anche Banca Carige; Consorzio Parmigiano Reggiano; Sara Assicurazioni; Dimmi di Sì; Acqua di Parma. Tra i Technical Sponsor i brand Sorgente Group, proprietario dell’Hotel Bellevue Suites & SPA che ospiterà il pranzo conclusivo della manifestazione al termine delle premiazioni il giorno 26 luglio. Ad accogliere piloti e ospiti durante il cocktail di benvenuto saranno le eccellenze vitivinicole del WineAward’s, selezionate personalmente dal Conte Luca Marzotto, tenutario di Baglio di Pianetto oltre che vincitore di due storiche edizioni: nel ’52 con una Ferrari 225 S e nel ’53 con una Ferrari 250 MM.

Share
Tags:

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.