Wednesday, 22 November 2017 - 01:01

Abbonamenti Dolomitibus. Rete studenti medi: “Solo promesse dalla Provincia. Lavoreremo con il Consorzio Bim per i rimborsi equi”

Lug 21st, 2015 | By | Category: Prima Pagina, Scuola

rete studenti medi belluno feltreLunedì 20 luglio, la Rete degli Studenti Medi di Belluno e di Feltre ha incontrato il presidente, il direttore operativo e l’amministratore delegato della Dolomitibus, il rappresentante del Consorzio Bim e il vicepresidente e assessore ai trasporti della Provincia di Belluno, Roberto Padrin, per discutere delle tariffe degli abbonamenti scolastici degli autobus.

Nel corso dell’incontro, Padrin ha assicurato che eventuali fondi disponibili sarebbero stati stanziati dalla Provincia per i trasporti, impegnandosi altresì di portare la questione all’attenzione della Regione.

“Ci impegneremo a informare gli studenti delle modalità con cui richiedere e ottenere i rimborsi già disponibili.” Dichiara Mara Fantinel, esecutivo della Rete di Feltre: ”Questo è un servizio che il Bim già da tempo offre, ma che è poco conosciuto e spessissimo non usato”.
“Ci aspettavamo dalla Provincia di Belluno un impegno concreto, non promesse ipotetiche”. Conclude Fantinel: “Non è accettabile che dopo due anni di incontri non si veda dalle istituzioni nemmeno la volontà di aiutare le famiglie bellunesi dall’ente che quest’ultime rappresentano.”
Aggiunge Serena Jessica Prota, coordinatrice della Rete di Belluno: “Per il momento, ci impegneremo con il Consorzio Bim per riprogettare i rimborsi, attraverso i dati che Dolomitibus e Consorzio ci daranno, per arrivare a una riduzione equa per tutti delle tariffe degli abbonamenti, che ad ora non garantiscono gli stessi diritti a tutti”.
Il sindacato studentesco bellunese dal 2013 si batte per una riduzione degli abbonamenti scolastici, con varie manifestazioni che hanno portato in piazza più di mille studenti nel corso degli anni.

Durante la campagna elettorale delle Regionali – fanno sapere i coordinatori degli studenti – , la Rete ha incontrato tutti i candidati presidenti (eccetto Luca Zaia, che non ha risposto all’invito), che hanno promesso il loro sostegno.

Il costo degli abbonamenti è aumentato in maniera vertiginosa negli ultimi anni – concludono Serena Jessica Prota coordinatrice di Belluno e Caterina Zingale coordinatrice di Feltre –  arrivando a costare anche più di 700 euro, un peso esorbitante e inaccettabile per le famiglie degli studenti.

 

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.