Tuesday, 20 August 2019 - 12:28
direttore responsabile Roberto De Nart

Tre interventi del Soccorso alpino

Giu 27th, 2015 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Soccorso alpino 1 (3)Belluno, 27-06-15 Scendendo dal Rifugio Settimo Alpini, un escursionista sessantenne del Comelico è scivolato procurandosi un trauma alla caviglia. Scattato l’allarme attorno alle 19, poiché sembrava potesse trovarsi solo un centinaio di metri più in basso, il gestore del rifugio è sceso per primo a cercarlo, mentre decollava l’elicottero del Suem di Pieve di Cadore e la Stazione del Soccorso alpino di Belluno si preparava ad intervenire. Imbarcato un soccorritore bellunese conoscitore del posto, l’eliambulanza ha effettuato una ricognizione individuando l’infortunato, che in realtà si trovava non distante da Ponte Mariano. Calati con il verricello, il tecnico del Soccorso alpino dell’equipaggio e il secondo soccorritore hanno prestato le prime cure all’uomo, poi lo hanno spostato in un punto più agevole dove sono stati recuperati sempre con un verricello. L’escursionista è stato accompagnato all’ospedale di Belluno.

serva soccorso alpinoPoco prima delle 14 il 118 è stato contattato da un escursionista in difficoltà sul sentiero numero 851 che collega Malga Erera a Casera Cimonega, nel comune di Cesiomaggiore, preoccupato, poiché l’itinerario diventava più impegnativo e non sapeva se proseguire di fronte a un tratto attrezzato. Messo in contatto con la Stazione del Soccorso alpino di Feltre, a F.M., 47 anni, di Valdagno (VI), è stato consigliato come tornare sui propri passi e riprendere l’itinerario corretto. L’escursionista è quindi tornato alla propria macchina, avvisando la centrale operativa.

Verso le 16.20, l’elicottero del Suem di Pieve di Cadore è intervenuto nel gruppo della Tofana, comune di cortina d’Ampezzo, poco oltre Punta Anna, dove uno di quattro turisti tedeschi, rottosi il dissipatore, era caduto sulla ferrata Olivieri sbattendo una gamba. Raggiunti dall’eliambulanza, gli escursionisti sono stati imbarcati in hovering in due rotazioni per essere trasportati al Rifugio Dibona da dove si sono spostati autonomamente.

Share

Comments are closed.