Saturday, 24 August 2019 - 09:09
direttore responsabile Roberto De Nart

VoteBash, il sito che rivoluzionerà il voto on-line. La release del portale realizzata all’ombra delle Dolomiti da due giovani imprenditori bellunesi

Giu 10th, 2015 | By | Category: Lavoro, Economia, Turismo, Prima Pagina

Lo startupper Martijn Atell trova nel Bellunese il know-how per realizzare la sua ultima versione di Votebash. La prima piattaforma gratuita di voto social è pronta a rivoluzionare il mondo del web. VoteBash, con sede a Raleigh in North Carolina, nasce da un’intuizione geniale di Martijn Atell, olandese, che ha scelto di affidare a due giovani imprenditori bellunesi la release del sito. VoteBash, attualmente disponibile in 20 lingue diverse, è l’unico servizio sociale di voto on-line dove gli utenti possono esprimere i loro interessi in vari settori: spettacolo, sport, lifestyle, viaggi, ma anche su ciò che vorrebbero acquistare e sulle loro preferenze politiche. VoteBash vuole essere un’opportunità per le startup e le piccole aziende che intendono sondare il mercato prima del lancio di un nuovo prodotto o durante la campagna elettorale per conoscere le intenzioni di voto degli elettori. «Il nostro primo obiettivo – dichiara Martijn Atell, CEO e fondatore di VoteBash – è di raggiungere un milione di sottoscrizioni nei prossimi due anni».

Tutto nasce nel 2008 con le elezioni del presidente Obama. In quell’anno Martijn Atell, olandese di nascita, si trasferisce negli Stati Uniti. Con le presidenziali americane e le serie di movimenti ed iniziative spontanee che nascono in America, intuisce che la sua visione del futuro poteva diventare realtà. Decide di creare una prima versione di VoteBash, un posto dove ogni cittadino potesse esprimere le sue preferenze, dando ad ognuno di loro un’opportunità concreta. Fonda, nel Delaware, Votebash, una società americana a capitale privato.

Nel 2014 Votebash viene riprogettato da Alessandro De Faveri, programmatore, e da , grafico e web designer, che curano lo sviluppo tecnico dell’interfaccia grafica e il logo. Una storia quella di VoteBash che si incrocia con le aspirazioni professionali di due giovani bellunesi che hanno scelto di vivere e lavorare all’ombra delle Dolomiti. Un esempio virtuoso di imprenditoria giovanile in montagna.

VoteBash funziona in modo facile e intuitivo. Gli utenti votano per esprimere le loro opinioni in diverse categorie e vengono ricompensati con dei pulsanti creativi. E chi più vota, più diventa influente. Inoltre, i cittadini della Comunità di VoteBash possono intervenire su argomenti vari caricando “Voteleds” con un testo e delle immagini.

Martijn Atell ha lavorato e vissuto nei Paesi Bassi, Germania e Stati Uniti. Ha una laurea in ingegneria elettronica con lode e in Information Communication Technology.

Francesco Dal Santo

Francesco Dal Santo

Francesco Dal Santo, veneziano di nascita, bellunese di adozione, ha studiato grafica e comunicazione ed è il titolare della società D-istinct. Alessandro De Faveri, laureato in informatica, ha fondato la web agency Nodopiano, specializzata nella comunicazione web a livello turistico. E’ Digital Champion per il Comune di Santa Giustina. «Spesso – spiega Alessandro De Faveri – le PMI non hanno risorse sufficienti per finanziare costose ricerche di mercato. Con VoteBash possono raccogliere, in modo veloce ed efficiente, dei feedback dai cittadini della community. Ma non solo. Le piccole aziende hanno la possibilità di avere un canale diretto con gli utenti. Chiunque ha la possibilità, una volta registrato al sito, di inserire un quesito e di chiedere, ad esempio, un consiglio su quale telefonino acquistare». «VoteBash – dichiara Francesco Dal Santo – è una piattaforma di voto sociale che potrebbe diventare un marchio riconoscibile sulla credibilità di un brand. Una sorta di Tripadvisor per i grandi marchi. E l’utilizzo dell’account verificato è una garanzia perché un voto vale uno». VoteBash potrà essere utilizzato per i sondaggi elettorali: dall’elezione del sindaco di una piccola città alle presidenziali americane.

Share
Tags: , ,

Comments are closed.