Saturday, 24 August 2019 - 08:45
direttore responsabile Roberto De Nart

L’omaggio dell’Assi a Giuliano De Min recentemente scomparso. Domenica 7 giugno alle 16 presso la sede dell’associazione la figlia Elena lo ricorderà agli amici e ai collaboratori

Giu 3rd, 2015 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina, Sport, tempo libero

Giuliano De MinSabato 30 maggio ci ha lasciato Giuliano De Min, uno dei principali esperti in accessibilità della nostra regione e vicepresidente del Centro Studi Prisma di Belluno, l’associazione bellunese per lo studio interdisciplinare, l’informazione sugli aspetti tecnici e sociali per l’integrazione delle persone con disabilità (presidente Beppe Porqueddu, coordinatore Angelo Paganin).
Rimasto in carrozzina nel 1986 a seguito di un incidente in Iraq dove lavorava in un cantiere, dal 1987 ha iniziato il suo percorso di riabilitazione e riqualificazione, frequentando i corsi residenziali “Disabilità e Vita Quotidiana: educazione all’autonomia” e “Disabilità e Società: promozione dell’autonomia” del Centro Studi Prisma di Belluno che proprio in quegli anni assumevano dimensione nazionale. Dal 1989 ne è divenuto prima coordinatore dei gruppi di lavoro e docente poi. I corsi si sono tenuti sino al 2006 ed hanno avuto anche una dimensione europea.

Comincia così un intenso lavoro di studio e ricerca al fine di approfondire le tematiche dell’accessibilità architettonica, mettendo a frutto le sue competenze di base di perito edile.
Nel gennaio 1993, nell’ambito degli obiettivi del Programma HELIOS della Commissione Europea di cui l’associazione è stata dal 1989 al 1997 attività pilota, coordina l’UIA – Ufficio Informazioni Accessibilità, nato da una collaborazione con l’ Amministrazione Provinciale di Belluno e con il Comitato d’Intesa tra le Associazioni volontaristiche della provincia di Belluno.
Dal 1994 avviene la consegna definitiva alla istituzione Provincia, la quale oggi, ha nel suo seno un servizio di informazione e valutazione sul tema della accessibilità ambientale. Egli ha condotto il servizio fino al 2007. Tutta questa attività è sempre stata svolta a titolo totalmente gratuito.

La sua competenza sui temi dell’accessibilità era risaputa. Per questo ha partecipato in qualità di docente ad innumerevoli corsi per tecnici progettisti, è intervenuto come relatore a seminari, convegni e workshop anche fuori di Italia sui temi dell’eliminazione delle barriere architettoniche, adattamento dell’ambiente e dei luoghi di lavoro. Vasta competenza aveva anche sul tema della natura accessibile. E’ stato co responsabile del progetto quadriennale “PER UN MONDO TUTTOTONDO” affidato al Centro Studi Prisma dalla Regione Valle d’Aosta. Dal 2007 al 2014 è stato membro della Commissione tecnico scientifica del centro documentazione regionale sulle barriere architettoniche.

Il suo impegno e la sua competenza gli hanno anche valso la targa oro del premio “Quando la volontà vince ogni ostacolo” conferitogli dal Distretto 2060 del Rotary Club Triveneto e Inner Wheel 206 distrettuale.

Di grande capacità creativa, inizia a produrre centinaia di disegni in 3D. La sua grande passione era disegnare modelli di automobili Ferrari. Insieme a questi vi è una ricca produzione di modelli di moto. La sua preziosità artistica è caratterizzata dalla precisione e dalla cura del dettaglio che conferisce alla sua produzione una bellezza aggiuntiva – davvero rara. Le sue opere sono visibili all’interno del blog www.geom3dia.net

Nel 1997 la sua moglie Eliana, che era stata sua stretta collaboratrice ed anche grande stimolatrice e “tifosa” delle qualità di suo marito, lo lascia per una grave malattia. Dopo questo evento il suo impegno non viene meno, anche grazie alla presenza della sua unica figlia Elena che, speriamo ora, possa dare pubblicazione alla ricca produzione di suo papà.
Elena invita tutti gli amici di Giuliano, per ricordarlo, alle ore 16 di domenica 7 giugno presso l’ASSI- associazione sportiva sociale invalidi (via Villa 7 – Sedico, ex Bocciodromo).

Share

Comments are closed.