Saturday, 24 August 2019 - 09:23
direttore responsabile Roberto De Nart

Disaffezione al voto: il Bellunese sempre più lontano dalla politica, ma anche nel resto del Veneto sempre meno persone perdono il loro tempo andando a votare

Giu 2nd, 2015 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Il Bellunese è la provincia dove si è votato di meno nel Veneto, un record di affluenza alle urne decisamente negativo che si ferma poco sopra il 40 per cento. I candidati più votati sono stati Gianpaolo Bottacin della lista civica di Zaia (1978 voti) e Sergio Reolon del Pd, con 2761 preferenze. L’affluenza alle Regionali è andata drasticamente calando negli ultimi dieci anni: nel 2005 fu del 58,89 per cento, nel 2010 è scesa al 52,39 per cento. Ora si attesta attorno al 44 per cento. Alla Regione i bellunesi non credono più, e ci mancherebbe altro. Il Veneto ha comunque  “votato” più delle altre regioni con circa il 55% degli aventi diritto al voto, facendo una scelta politica vecchia di 20 anni.

Share

7 comments
Leave a comment »

  1. Eh eh, e il buon piddino reolon se ne resta bello bello a casa.

  2. azz….. Che analisi politica!

  3. Rispondo al Sig. Andrea che ironizza su Reolon che se ne resta a casa, per me che amo questa provincia ed ho a cuore le sue sorti credo sia molto preoccupante perdere un consigliere che si è sempre speso per questa terra e che ha lavorato per questo con grande spirito di servizio! Ringrazio Reolon per quanto ha fatto, rammaricata che, per proporzioni e calcoli elettorali il più votato in assoluto resti a casa e finisco dicendo al sig. Andrea che bisogna essere intellettualmente onesti e riconoscere il merito delle persone anche se non condivise.

  4. Analisi politica?! Giusto, vediamo come ha inciso a Roma il segretario regionale PD ovvero il deputato de Menech? Maggiore autonomia del nostro territorio? NO. Maggiori trasferimenti pubblici vista la specificità’ ? NO…………Dobbiamo riconoscere che nonostante il poco tempo e’ però’ riuscito a fare molto per l’inquadramento economico e giuridico del corpo forestale provinciale, corpo a cui lui stesso appartiene. Ecco sono anche queste le cose che allontanano la gente dalla politica e dal voto!

  5. I veneti hanno dubitato fortemente che Ladylike fosse una scelta politica nuova,
    saranno state le estetiste? Le frittelle? Le baite e Giletti? Le firme a favore della famiglia naturale e poi a favore di famiglie che non lo sono?
    Non lo sappiamo perché le ipotesi sono numerosissime. Certo un distacco del 28% sono una buona base di discussione ed era chiaro che il confronto sarebbe stato tra Zaia da una parte e il candidato PD dall’ altra,
    come e’ stato.

  6. Vorrei dire a Simbad qui sopra di cambiare nome, altrimenti potremmo essere confusi!! 😉

  7. Caro Simbad il marinaio, non ti dispiacerà se resto tale, spero. Fra l’altro io non so nuotare. Io, a differenza di te, vado per terre ché ho paura del mare,