Sunday, 18 August 2019 - 21:04
direttore responsabile Roberto De Nart

Vendeva cartoline nel tunnel dell’ospedale. 43enne pluripregiudicato allontanato con foglio di via

Mag 27th, 2015 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

 

poliziaPluripregiudicato 43enne residente a Padova, è stato allontanato su intervento della Squadra volante. Inoltre, in ragione dei numerosi precedenti specifici di cui risulta gravato e del comportamento insistente e vessatorio tenuto, il questore disporrà nei suoi confronti in divieto di ritorno nel Comune di Belluno per un periodo di tre anni. L’uomo, infatti aveva precedenti penali per minaccia, truffa, insolvenza fraudolenta e già arrestato in passato per furto aggravato e risultava inoltre gravato da numerosissimi provvedimenti di Foglio di via obbligatorio e Divieti di ritorno da diversi Comuni da diverse parti del centro e nord Italia motivati da condotte vessatorie poste in essere con le medesime modalità.

I fatti

Nel tardo pomeriggio di martedì veniva richiesto l’intervento di una pattuglia della Squadra Volante della Questura di Belluno nei pressi dell’Ospedale di San Martino per la presenza di una persona molesta che con insistenza proponeva ai passanti l’acquisto di alcune cartoline a fronte di un’offerta libera.
Giunta sul posto, la pattuglia notava la presenza del soggetto sotto il tunnel pedonale che dai parcheggi conduce all’ingresso principale dell’ospedale. Gli operanti in un primo momento si tenevano in posizione defilata per poter meglio osservare il comportamento del soggetto in questione e notavano che questi, senza avvedersi della presenza dei poliziotti, tentava ripetutamente dei contatti con l’utenza in transito, chiedendo con petulanza e insistenza che acquistassero delle cartoline ripiegate che lo stesso teneva in mano. Gli operanti accertavano inoltre che, anche a fronte di un rifiuto cordiale, l’uomo continuava imperterrito nel suo intento seguendo la persona e proponendo con insistenza il medesimo prodotto.
A fronte di tale ripetuto comportamento gli agenti decidevano di intervenire identificando il soggetto, un cittadino italiano di 43 anni residente a Padova, chiedendo conto della condotta vessatoria che stava ponendo in essere.
All’atto del controllo la persona manteneva in mano un numero considerevole di calendari colorati ripiegati in più parti che recavano impressi marchi, loghi e altre indicazioni, tra cui gli estremi di IBAN ove poter fare un’offerta ad un’associazione “no profit” denominata “Amici di Maria Rosa”.

Share

Comments are closed.