9.5 C
Belluno
venerdì, 28 Febbraio, 2020
Home Arte, Cultura, Spettacoli Il cibo nell'evoluzione dell'uomo. : “Per vivere a lungo bisogna...

Il cibo nell’evoluzione dell’uomo. Francesco Cavalli Sforza: “Per vivere a lungo bisogna affamare le cellule”

“Per vivere meglio e più a lungo bisogna affamare le proprie cellule. Perché una cellula affamata è una sentinella sveglia, vigorosa, che capta i bisogni dell’organismo. La cellula sazia, imbottita di cibo, invece, non è reattiva e può facilmente degenerare”.

Francesco Cavalli Sforza

Lo ha sostenuto il professor Francesco Cavalli Sforza, docente di genetica e antropologia all’Università San Raffaele di Milano nonché divulgatore scientifico e autore televisivo (suo “L’albero azzurro”, trasmissione di successo).

Il segreto, insomma, per una vita sana e duratura, è quello di alzarsi da tavola sempre con un po’ di appetito. Un’impresa non facile, come ha sottolineato il professor Cavalli Sforza, soprattutto in Italia, dove la cucina non induce certamente a rinunciare, ma piuttosto ad abbondare.

Questa “prescrizione” del vivere sano è emersa al termine della conferenza dal titolo “Il cibo nell’evoluzione dell’uomo” che si è tenuta martedì sera in Sala Bianchi a , all’interno della rassegna “Il gusto dell’altro” organizzato da “Officine della cultura” l’associazione nata su iniziativa dell’assessorato alla Cultura del Comune di Belluno.

Cosa mangiare dunque? L’Organizzazione mondiale della sanità raccomanda due tipi di dieta. Quella mediterranea, ricca di verdura, frutta e pesce e la dieta dei pescatori tailandesi con pesce, riso e verdura. Il rapporto da rispettare dovrebbe essere il seguente: un 50-60% di cereali e/o carboidrati, un 15% di carne e il 25% di grassi preferibilmente vegetali. In ogni caso, la parte prevalente della dieta dovrebbe essere composto da frutta e verdura.

Sulla questione OGM il professor Cavalli Sforza ha affermato che “non dovrebbero destare tanta preoccupazione, considerato che cereali e animali sono stati tutti modificati nel corso della storia”. Un esempio per tutti la selezione delle razze dei cani in base alle loro caratteristiche praticata dall’uomo.

Share
- Advertisment -

Popolari

Due cadute dalla seggiovia nel comprensorio del Civetta

Val di Zoldo, 27 febbraio 2020  -  Due cadute a un'ora di distanza una dall'altra dalla seggiovia in Val di Zoldo, comprensorio del Civetta. La...

Incidente sul lavoro. Precipita da 6 metri, ricoverato all’ospedale di Treviso

San Gregorio nelle Alpi 27 febbraio 2020 - Grave incidente sul lavoro nel primo pomeriggio di oggi in via Cal Longa di San Gregorio...

Neri Marcorè al Comunale di Belluno il 15 aprile con il concerto-spettacolo “Le mie canzoni altrui”

Mercoledì 15 aprile (ore 21) Veneto Jazz porta al Teatro Comunale di Belluno il concerto-spettacolo di Neri Marcorè "Le mie canzoni altrui", una serata...

Coronavirus, contrordine. “Solo 116 positivi su oltre 6mila tamponi”, l’assessore regionale Lanzarin ridimensiona il caso

Venezia, 27 febbraio 2020  -  “Si sta decidendo in queste ore se reiterare l’ordinanza regionale per il coronavirus, ed eventualmente in quali termini. Ma anche...
Share