Tuesday, 20 August 2019 - 01:24
direttore responsabile Roberto De Nart

Book Week, a Trichiana, dal 29 maggio al 6 giugno. Giovanni Solimine: “Da Trichiana, scelta in controtendenza”

Mag 27th, 2015 | By | Category: Appuntamenti, Arte, Cultura, Spettacoli, Prima Pagina

 

comune trichianaE’ tutto pronto per la prima edizione della “Book Week”, la manifestazione promossa dall’amministrazione comunale di Trichiana che si svolgerà nel Paese del Libro dal 29 maggio al 6 giugno, in concomitanza con la premiazione della venticinquesima edizione del Premio Letterario Nazionale, quest’anno dedicato al tema del cibo e patrocinato da Expo.

La rassegna prevede la partecipazione di scrittori, giornalisti e intellettuali di livello nazionale. Sette giorni di incontri e dibattiti, senza dimenticare le tradizioni locali e le attività per i più piccoli. La presentazione ufficiale è in programma venerdì sera alle 18,30 (Palazzo Tina Merlin), alla presenza di Giovanni Solimine, docente all’Università di Roma La Sapienza, dove dirige la Scuola di specializzazione in beni archivistici e librari; è Senior Research Fellow della Scuola superiore di studi avanzati. Si occupa di progettazione e gestione di servizi bibliotecari, di biblioteche digitali, di cultura editoriale e promozione della lettura, di information literacy. Ha presieduto l’Associazione Italiana Biblioteche ed è attualmente presidente del Forum del libro. Autore di numerosi volumi, tra i quali “Senza Sapere. Il costo dell’ignoranza in Italia”, edito da Laterza.

«La lettura – afferma Solimine – non è solo uno dei modi in cui occupare il tempo libero o una forma di studio e apprendimento. Il libro è uno strumento per organizzare contenuti complessi e attraverso di esso possiamo acquisire competenze e coscienza critica, sviluppare abilità linguistiche e di espressione, viaggiare con la mente ed entrare in contatto con mondi ed esperienze sconosciute. La lettura, come ogni altra esperienza di partecipazione alla vita culturale, è strumento di inclusione sociale e stimola autonome capacità di accesso alla conoscenza. La scelta, assolutamente in controtendenza, del Comune di Trichiana, che ha deciso di puntare sul libro come elemento identitario e per fare comunità, rappresenta un caso interessante, in un’epoca in cui sembra prevalere la frammentazione. Leggere per crescere insieme, questo l’invito che ci viene da Trichiana».

Share

Comments are closed.