Sunday, 18 August 2019 - 21:30
direttore responsabile Roberto De Nart

Lotta all’ultimo comma in Aci Belluno. Forse si vota lunedì. Il Consiglio direttivo uscente sposta la data. La lista n.1 non ci sta e impugna la delibera

Mag 22nd, 2015 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

aci-2Non c’è pace all’Automobile Club di Belluno. Teoricamente i soci dovrebbero recarsi all’urna lunedì pomeriggio, non si sa ancora se con due liste o una sola, perché al mattino c’è una pronuncia del Tribunale di Belluno che dovrà esaminare i presunti vizi formali della lista n.2 guidata dal presidente uscente Gianpaolo Bottacin e decidere se ammetterla al voto.

Ma nel frattempo c’è stato un altro colpo di scena. Il consiglio direttivo dell’Ente con una delibera ha spostato in avanti le lancette dell’orologio portando la nuova data del voto a luglio.

Al momento non sono note le motivazioni di questa scelta. Tant’è che la lista n.1 rivale dell’uscente presidente Bottacin si è opposta e sta per impugnare la delibera.

“In qualità di candidato della lista n.1 per il rinnovo del consiglio direttivo dell’Automobile Club Belluno per il quadriennio 2015-2019 – scrive in una nota Tiziano Introvigne –  a titolo personale ma anche a nome degli altri candidati della predetta lista, dopo aver appreso in data odierna dagli organi di stampa che l’assemblea dei soci dell’Automobile Club Belluno, convocata ai fini elettorali per lunedì 25 maggio p.v. è stata rinviata al 6 luglio 2015, esprimo l’assoluta contrarietà della lista n. 1 a detto rinvio.

La decisione del rinvio  – prosegue la nota di Introvigne – è stata assunta dal consiglio direttivo uscente, costituito per l’occasione da tre membri, due dei quali risultano essere candidati della lista n. 2 nella prossima tornata elettorale e uno di questi due presenta una posizione associativa al momento sub judice.

I motivi del rinvio non sono stati esplicitati nell’avviso pubblicato sulla stampa pur se nessuna norma, né statutaria né regolamentare, prevede la possibilità di rinvio di una riunione assembleare, peraltro già svolta in prima convocazione e andata deserta.

Sarà cura della lista n. 1 verificare la fondatezza della delibera di rinvio – conclude la nota –  riservandosi ogni iniziativa di Legge”.

Share

Comments are closed.