Sunday, 25 August 2019 - 09:55
direttore responsabile Roberto De Nart

Il ministro Delrio a Ponte nelle Alpi: “L’accordo Bard-governo sarà rispettato”

Mag 20th, 2015 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Arriva da uno degli uomini più rappresentativi del Governo e più vicini al premier Matteo Renzi il sostegno all’accordo firmato dal Bard per il ritorno all’elettività della Provincia.

Andrea Bona

Andrea Bona

Alessandra Buzzo

Alessandra Buzzo

Il ministro alle Infrastrutture, Graziano Delrio, ha infatti confermato il rispetto di quanto siglato qualche settimana fa dai rappresentanti del Governo. “Il vostro accordo è nero su bianco e firmato da sottosegretari e altri alti rappresentanti. – ha detto Delrio a Andrea Bona e Alessandra Buzzo, presenti all’incontro –  Gli impegni che avete ottenuto dal Governo saranno certamente rispettati, potrete avere l’elettività e un’autonomia che, per adesso, non sarà ancora speciale”.
Soddisfatto per le dichiarazioni di Delrio Andrea Bona, candidato Bard-Veneto Civico: “Abbiamo ottenuto l’ennesima conferma, una tra le più autorevoli, alla bontà del nostro accordo. La parola di Delrio si aggiunge al peso delle firme in fondo a quel documento; il ministro è uomo duro, lo ricordiamo nella visita del dicembre 2013 a Belluno, ma questa volta è arrivato conoscendo la nostra situazione e capendo le nostre ragioni. Già un anno e mezzo fa, in tempi non sospetti, dissi a Delrio quello che pensavo – e penso tuttora – della sua riforma, e oggi glielo ho ribadito con convinzione. L’autonomia alla quale noi puntiamo è un’autonomia che funziona, e il Governo lo ha capito”.
“Ci fidiamo delle parole del ministro, ma ora attendiamo lui e il Governo alla prova dei fatti, aspettiamo segnali concreti – spiega ancora Bona – Proprio oggi, l’ex presidente della Provincia Autonoma di Trento, ora presidente del gruppo parlamentare Per l’Italia, Lorenzo Dellai, ha chiesto la calendarizzazione della discussione in commissione, impegnandosi a ottenerla il prima possibile, compatibilmente con i tempi richiesti dai regolamenti della commissione. Il percorso politico continua, ora tocca ai bellunesi dimostrare di credere in questa opportunità”, conclude Bona.

Share

9 comments
Leave a comment »

  1. Ottimo, marcare sempre il nemico! i risultati arriveranno!
    Merominchio come mai sto astio verso chi fa qualcosa? invidia o presa di coscienza di totale inferioritá??

  2. Ci crede solo Bona e i 4 adepti che gli vanno dietro, anche la scorsa volta aveva detto la stessa cosa il ministro poi hanno fatto il contrario di quanto promesso come al solito.

  3. Non mi pare proprio che delrio abbia detto questo l’altra volta Mario. Bravo BARD, duri sul pezzo così mi piacete!!

  4. LONGARONE. «Una elezione di secondo grado non significa una perdita di autorevolezza. Anche il presidente della Repubblica è designato con un’elezione di secondo grado»: lo ha detto, a Longarone, al termine di una visita al cimitero monumentale delle vittime del Vajont, il ministro per le autonomie, Graziano Delrio, rispondendo ad una domanda sul futuro della Provincia di Belluno. Non sarete mai come Trento e Bolzano»

    LONGARONE 13 dicembre 2013

  5. Ora però lo ha capito dice Bona certo fino al 31 maggio 2015 successivamente quanto la lista civette del Bard avrà percentuali dello zero virgola, perchè questo dicono i sondaggi, Del Rio se lo scorderà alla fine Bona ha altri interessi politici questa favola della provincia elettiva è uno specchietto per le allodole a cui solo creduloni e ingenui possono abboccare.

  6. meno male che c’è mario a spiegarci come vanno le cose…meno male…naltro che sa na pagina pi del libro…
    Ma ti mario, fatu che par la causa oltre a dar aria alla scatola cranica?

  7. al 31 maggio PD e Moretti fine della corsa: BARD pure !

  8. Andrea Bona venditore di parole.
    Andate a leggere il resoconto della visita di Delrio e capirete che quanto dice Bona non corrisponde alle parole di Delrio, che dice che non si opporrà se il Parlamento deciderà di rivedere alcune norme…
    Fuffa, fuffa, nientaltro che fuffa.
    I Bellunesi vi hanno capito ormai.

  9. altri qua che abbindolano gli stolti che come i panda si accontentano di ciucciare beatamente le foglie che gli lasciano intravedere la realtà distorta.
    dai divertiti, insulta anche me, dimostrala la pienezza della tua testa