12.7 C
Belluno
venerdì, 28 Febbraio, 2020
Home Cronaca/Politica Territorio. Sergio Reolon: «Tutela delle acque, stop al consumo del suolo agricolo...

Territorio. Sergio Reolon: «Tutela delle acque, stop al consumo del suolo agricolo e sostegno alla ristrutturazione dei piccoli centri storici: tre punti per l’ambiente e il suo rilancio»

Sergio Reolon
Sergio Reolon

La tutela della acque, lo stop al consumo di suolo agricolo, un sostegno per il recupero dei borghi e dei centri storici: queste, per Sergio Reolon, consigliere ricandidato per il PD alle prossime elezioni regionali, le tre tappe fondamentali per dare un futuro all’ambiente bellunese.

«Misure che vanno attuate immediatamente nel prossimo Consiglio regionale – afferma – se vogliamo che la nostra provincia possa continuare a dire qualcosa in termini di turismo. La terra è il nostro patrimonio più grande. E, una volta perduta, una volta modificato il paesaggio, non si torna indietro».

«Per questo – dice il candidato bellunese – bisogna bloccare l’attuale assalto a quel minimo numero di corsi d’acqua non ancora già pienamente sfruttati nella nostra provincia: ecco perché io chiedo subito una moratoria sulle concessioni per la realizzazione di nuove centraline idroelettriche fino alla revisione del piano di tutela delle acque»

Così Sergio Reolon torna su una battaglia – quella della tutela dei corsi d’acqua e del territorio – che considera per niente chiusa con la conquista del riconoscimento del demanio idrico alla provincia. Lo sfruttamento dei corsi d’acqua è infatti un tema sul quale le norme per il bellunese hanno ancora da essere scritte:

«Il piano di tutela delle acque va rivisto in modo da recepire le direttive europee: in particolare quella che prevede l’obbligo, per gli Stati membri, di portare i corsi d’acqua in buone condizioni. Quindi, prima di qualsiasi intervento, bisogna che venga stabilito come e dove si possono realizzare eventualmente, e con tutte le cautele necessarie, nuovi impianti».

C’è poi la questione della terra:

«In questi decenni abbiamo perso un terzo del suolo agricolo nella provincia di Belluno a causa dell’urbanizzazione e dell’avanzata del bosco: questo significa compromettere da una parte lo sviluppo dell’agricoltura, dall’altra la stabilità del territorio e il suo patrimonio paesaggistico, base irrinunciabile per lo sviluppo turistico.

Noi guardiamo sempre ai risultati raggiunti dal Trentino Alto Adige: non dobbiamo dimenticarci che il loro sviluppo turistico si basa prima di tutto sulla scelta di sostenere e incentivare l’agricoltura.

Ci serve quindi una legge sul consumo di suolo agricolo che preveda un fermo all’ulteriore utilizzo: bisogna puntare per i prossimi anni a un consumo zero».

Un tema già proposto in sede di bilancio regionale, presentato da Sergio Reolon e bloccato dalla precedente Giunta regionale, è quello che chiede ossigeno per le ristrutturazioni in montagna:

«Continuo a pensare che, per la nostra terra, sia necessario aumentare e sostenere la riqualificazione dei centri storici, dei borghi e dei piccoli paesi – afferma il candidato PD – Chi ristruttura la propria casa per aumentarne l’efficienza energetica deve avere un sostegno ulteriore a quello che dà lo Stato, che oggi è già del 55%. Un intervento ulteriore della Regione, così come ho già in passato caldeggiato, senza essere ascoltato, permetterebbe nella nostra provincia un rilancio dell’edilizia, una riqualificazione dei centri storici rendendoli più belli e attrattivi; e infine un risparmio energetico, che è la più vera e importante fonte di energia che abbiamo a portata di mano e non stiamo ancora sfruttando appieno: il risparmio».

Share
- Advertisment -

Popolari

Due cadute dalla seggiovia nel comprensorio del Civetta

Val di Zoldo, 27 febbraio 2020  -  Due cadute a un'ora di distanza una dall'altra dalla seggiovia in Val di Zoldo, comprensorio del Civetta. La...

Incidente sul lavoro. Precipita da 6 metri, ricoverato all’ospedale di Treviso

San Gregorio nelle Alpi 27 febbraio 2020 - Grave incidente sul lavoro nel primo pomeriggio di oggi in via Cal Longa di San Gregorio...

Neri Marcorè al Comunale di Belluno il 15 aprile con il concerto-spettacolo “Le mie canzoni altrui”

Mercoledì 15 aprile (ore 21) Veneto Jazz porta al Teatro Comunale di Belluno il concerto-spettacolo di Neri Marcorè "Le mie canzoni altrui", una serata...

Coronavirus, contrordine. “Solo 116 positivi su oltre 6mila tamponi”, l’assessore regionale Lanzarin ridimensiona il caso

Venezia, 27 febbraio 2020  -  “Si sta decidendo in queste ore se reiterare l’ordinanza regionale per il coronavirus, ed eventualmente in quali termini. Ma anche...
Share