Sunday, 18 August 2019 - 21:44
direttore responsabile Roberto De Nart

Turismo: presentata un’interrogazione sul credito d’imposta. Piccoli: “Il governo si è dimenticato degli albergatori”

Mag 16th, 2015 | By | Category: Cronaca/Politica, Riflettore
Giovanni Piccoli, senatore Forza Italia

Giovanni Piccoli, senatore Forza Italia

“Che fine ha fatto il credito d’imposta introdotto esattamente un anno fa per favorire la riqualificazione e l’accessibilità delle strutture ricettive? Il Governo non mantiene gli impegni e il comparto alberghiero, soprattutto in certe zone, è al collasso per mancanza di investimenti”.
A denunciarlo, in una interrogazione al ministro Franceschini, è il senatore di Forza Italia Giovanni Piccoli a causa della mancata attuazione dell’articolo 10 del decreto-legge 31 maggio 2014, n. 83, recante Disposizioni urgenti per la tutela del patrimonio culturale, lo sviluppo della cultura e il rilancio del turismo. La disposizione dettava norme per migliorare e favorire l’imprenditorialità nel settore turistico attraverso l’introduzione di un credito di imposta volto a favorire la riqualificazione e l’accessibilità delle strutture ricettive.
“La legge diceva chiaramente che il Governo aveva tre mesi per adempiere e predisporre le norme attuative. E’ passato un anno e la boccata d’ossigeno tanto attesa dal comparto non è arrivata”, afferma Piccoli. “E pensare che lo stesso Renzi nel 2012, quando ancora non era presidente del Governo, indicava nel turismo una priorità assoluta. Si vede che ha cambiato idea”.
“Il Veneto”, ricorda Piccoli, “è la prima regione turistica d’Italia solo grazie alla caparbietà dei suoi imprenditori, che però non possono essere lasciati da soli dopo anni di crisi del mercato interno e di concorrenza sempre più sfiancante”.
“Il problema è ancora più grave nella montagna veneta e bellunese dove la concorrenza arriva a due passi da casa, l’Alto Adige con le sue immense agevolazioni in primis”.
Da qui la richiesta di accelerare l’emanazione del decreto ministeriale: “Non possiamo permetterci di compromettere la possibilità da parte degli imprenditori di potenziare e migliorare le proprie strutture ricettive a beneficio dell’offerta turistica del nostro Paese”, conclude Piccoli.

Share

Comments are closed.