Tuesday, 20 August 2019 - 02:05
direttore responsabile Roberto De Nart

Provincia assente a Venezia. Alessandra Buzzo: “Ci serve una vera rappresentanza”

Mag 13th, 2015 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina
Alessandra Buzzo

Alessandra Buzzo

“L’assenza di Palazzo Piloni all’incontro di martedì a Venezia è l’ennesimo segnale che la “provincia dei sindaci” non funziona”.

Alessandra Buzzo, candidata Bard-Veneto Civico alle elezioni regionali e primo cittadino di Santo Stefano di Cadore, commenta così l’assenza della Provincia di Belluno all’incontro organizzato martedì, con appena 24 ore di preavviso,  dall’osservatorio regionale per il riordino delle funzioni delle province.

“Bene ha fatto la presidente, Daniela Larese Filon – prosegue la candidata del Bard – Veneto Civico –  a chiedere all’assessore Ciambetti un incontro dedicato alla questione bellunese, ma è il sistema della legge Delrio a essere sbagliato. Noi sindaci dobbiamo confrontarci quotidianamente con i problemi dei nostri comuni, la gestione dell’amministrazione locale è sempre più difficile e siamo noi a metterci la faccia con i nostri concittadini quando c’è un problema da affrontare. Ma per gestire un ente complesso come la Provincia,  con competenze ampie e destinate ad aumentare, tra quelle indicate nello statuto regionale e quelle che la Regione può chiedere allo Stato e conferire poi a Belluno,  servono un presidente e una giunta eletti, in grado di agire con libertà, tempestività ed autonomia”.
“Serve una Provincia forte per garantire un destino sicuro di tutela e crescita al nostro territorio. – continua Buzzo – Come Bard, abbiamo raggiunto un accordo per modificare la legge Delrio, con il ritorno all’elettività della nostra Provincia; Governo e Partito Democratico hanno sottoscritto il documento e devono dare presto un segnale in questo senso, prima delle elezioni regionali. Toccherà poi ai bellunesi dare ancora più peso, con il loro sostegno, al risultato che abbiamo ottenuto e già messo nero su bianco”.

Share

12 comments
Leave a comment »

  1. bene, tutto condivisibile

  2. Nel frattempo lei si è candidata per chi ha creato al provincia dei sindaci. La propaganda elettorale di questa signora non è credibile.

  3. L accordo BARD PD con la presenza di 3 specchietti per le allodole al interno della liste allegate al PD è FUFFA e non vanno votati. Trovate una promessa elettorale mantenuta dai renziani e vincete il primo premio come ricercatori di dati reali.

  4. grazie per la brillante analisi ma in quanto all’indicazione di voto preferisco pensare con la mia testa….

  5. Mario Del Monego non è promessa elettorale è un accordo scritto e firmato a più mani. Se poi vogliamo il miracolo subito…….A noi l’impegno di proseguire nell’impegno; ai bellunesi l’impegno di sostenere quest’accordo con il voto!!!!

  6. Peccato che i capi di quelli che hanno firmato detto accordo continuano ad affermare di volere smantellare le provincie. Inoltre una eventuale modifica della legge Del Rio, deve farla il parlamento, e non un accordo e neanche una legge Regionale. Tantè.

  7. Pippo: il vicesegretario del PD Guerini (che non è un consigliere di circoscrizione…) ha consultato Renzi prima di sottoscrivere l’accordo. Inoltre chi ha mai parlato di legge regionale? E’ un “disegno di legge” da approvare in Parlamento e sembra proprio che i numeri questi volta ci siano.

  8. …sembra proprio che questa volta i numeri ci siano…
    Grulli direbbe Renzi, e grulli quelli che vi credono.

  9. Signor “pippo-apritegliocchi-del monego” aspetto una sua illuminante proposta alternativa… ma credo che sarà un’attesa vana e inconcludente. Ho sempre diffidato dei depositari di verità e certezze perchè credo che esista una correlazione diretta tra intelligenza e dubbio…
    mi chiedo come abbiamo potuto finire così in basso, pur potendo godere degli straordinari suggerimenti di un così fine analista politico… Proprio dei grulli, siamo stati…

  10. Bene, è una scommessa.
    Ci risentiremo dopo il 31 maggio.
    Auguri a tutti.

  11. questo accordo fuffa attuato dai politicanti è funzionale ad un unico scopo commissariare il bellunese in quel di roma piaccia o non piaccia questa è la realtà la Buzzo è semplicemente uno specchietto per le allodole che si presta a questo giochetto per avere un po di visibilità, quello gli interessa non sicuramente il territorio la pasionaria della poltrona

  12. Se avete le ide così chiare e pensate di fare meglio tirate fuori gli attributi e mettetici la faccia come fanno chi oggi criticate, altrimenti credetemi è meglio che vi dedichiate all’ippica che è meglio per tutti.