Sunday, 18 August 2019 - 21:05
direttore responsabile Roberto De Nart

Sicurezza pubblica e stoccaggio del gas: le perplessità dei comitati trevigiani sorretti dai pareri di professori universitari

Mag 12th, 2015 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Pozzo-gas-a-CollaltoDal 2011 nel Trevigiano sono attivi comitati cittadini e di imprenditori che si oppongono, per ragioni di sicurezza pubblica, allo stoccaggio del gas nel sottosuolo. Il Comitato Imprenditori Veneti “Piave 2000” e i cittadini dei Comuni di Susegana, Refrontolo, Pieve di Soligo, Sernaglia della Battaglia, Nervesa della Battaglia hanno infatti promosso un ricorso al Tar del Lazio contro il pompaggio ad alta pressione del gas russo e africano che viene immagazzinato nelle cavità sotterranee. Attività, che secondo il parere di professori universitari e sismologi, non presenta al momento sufficienti garanzie di sicurezza, oltre a mettere a repentaglio un territorio fra i più belli e unici, come censito nel catalogo nazionale dei paesaggi rurali storici italiani, indicato come patrimonio. Collalto infatti è censito come Veneto – Area 4 – Feudi del Conti Collalto, che comprende il paese di Susegana, S. Lucia di Piave, Pieve di Soligo, S. Pietro di Feletto.
http://www.museodelpiavevincenzocolognese.it/modules/Museo_del_Piave_article/Museo_del_Piave_view_article.php?id_a=293&app_l2=186&app_l3=293&sito=Museo-del-Piave&titolo=Documento-redatto-con-lo-Studio-Legale-Barel-&-Malvestio

Ma c’è di più.  Maria Rita D’Orsogna, fisico, docente universitario, attivista ambientale nel suo blog mette sotto accusa senza mezzi termini la concessione “Carita’ – Nervesa”, che si trova nei pressi di Conegliano Veneto e che vale 62 milioni di dollari alla ditta titolare della concessione, l’inglese Sound Oil. “Il pozzo Nervesa fu trivellato dall’ENI nel 1985 – scrive la docente -, loro vogliono trivellarne un altro, per ora esplorativo, a circa 1 Km di distanza. La zona è arenaria, vogliono andare a circa 2 chilometri di profondità, in un’area “industriale”.
Conclude Maria Rita D’Orsogna “Gli italiani sono sempre gli ultimi a sapere di queste “gems” nelle loro case, nei loro campi, nelle loro “zone industriali”.
http://dorsogna.blogspot.it/2013/04/la-sound-oil-trivellare-in-veneto.html

http://www.soundoil.co.uk/operations/italian-asset-overview/appraisal-of-existing-discoveries/carita-nervesa.aspx

 

Share

2 comments
Leave a comment »

  1. Ma le varie “autorita’” dove sono? Sempre e solo una faccenda di denaro?

  2. grazie – credo che questo sia ancora piu significativo…

    http://dorsogna.blogspot.it/2015/05/nervesa-veneto-trivellato-il-secondo.html