Tuesday, 20 August 2019 - 01:03
direttore responsabile Roberto De Nart

Nuova audizione di Terna in Senato. Piccoli: “Atteggiamento ancora rigido verso il territorio. Il nuovo governo regionale dovrà impegnarsi”

Mag 8th, 2015 | By | Category: Cronaca/Politica, Riflettore
Giovanni Piccoli, senatore Pdl

Giovanni Piccoli, senatore Pdl

“Terna continua a mantenere un atteggiamento rigido e ostinato nei confronti del territorio”. A dirlo è il senatore di Forza Italia Giovanni Piccoli a margine dell’audizione del Gruppo Terna in Commissione Industria e Territorio al Senato, nell’ambito della discussione sul Pacchetto Energia dell’Unione, avvenuta ieri a palazzo Madama.

Nel corso della seduta, a cui ha partecipato lo stesso Piccoli, il colosso dell’energia – per bocca dell’ad Matteo Del Fante – ha annunciato che nei prossimi 5 anni Terna investirà 3,9 miliardi per l’integrazione del mercato elettrico europeo e individuerà una serie di investimenti selettivi.

“Approfittando della presenza dell’ad Del Fante – riferisce Piccoli – gli ho posto due domande. La prima, cosa Terna intenda fare per risolvere la problematica delle relazioni con i territori dove troppo spesso manca una vera concertazione, come si sta verificando in Valbelluna. La seconda se è previsto un piano per l’efficientamento energetico sia in ambito privato che pubblico”.

“Del Fante – dopo aver assicurato l’impegno a proseguire con il risanamento delle criticità emerse nell’inverno 2014 e nel campo dell’efficienza energetica – ha confermato che, sul fronte delle procedure, Terna è determinata a procedere sulla base delle autorizzazioni ottenute. La ritengo una posizione molto rigida e che ribadisce un atteggiamento che le amministrazioni e i cittadini della Valbelluna purtroppo già ben conoscono”.

“Insomma – afferma Piccoli – si continua a prescindere anche da quelle posizioni votate al buon senso e al pragmatismo, come sono quelle dei comitati della Valbelluna, che – ricordo – non dicono no all’operazione della nuova linea, semplicemente chiedono la migliore infrastruttura possibile, sostenibile sia dal punto di vista paesaggistico e ambientale”.

“Di fronte a questo atteggiamento ostinatamente rigido, mi auguro che il nuovo Governo regionale continui a ribadire con forza, in ogni sede istituzionale, l’esigenza di non prescindere dai territori. Come Forza Italia abbiamo appoggiato questa posizione e continueremo a farlo”, conclude Piccoli.

Share

2 comments
Leave a comment »

  1. La posizione arrogante di TERNA, non fa che trovare scontri con la popolazione in tutta Italia.
    Mentre noi abbiamo adottato un profilo costruttivo e di confronto, penso che da altre parti con cui siamo in contatto, troveranno dei bei muri ,speriamo mai violenti, visto che le provano tutte per aizzare le folle.
    Certo che se si arriverà alla chiusura di questo progetto, cosi come è stato concertato, saranno gli stessi che hanno firmato a pagare in un modo o nell’altro.
    Quando il primo aereo o elicottero si schianterà dopo aver beccato i cavi nella zona che va da Perarolo all’aereoporto, mi assumo l’onere di fare nomi e cognomi dei fenomeni che hanno voluto questa soluzione, con documenti alla mano ( anche dovesse sucedere fra decine di anni )
    Malgrado le proposte e le soluzioni da noi auspicate e perseguibili tecnicamente, per fare un buon progetto, l’arroganza e l’incompetenza di alcuni ,porterà l’ennesima porcheria nella valle del Piave.

    Gianni Pastella

  2. CERTO CHE MASSARO HA PERSO UNA BELLISSIMA E POSITIVA OPPORTUNITA’ DI ESSERE LEADER DI UN MOVIMENTO DI SINDACI BELLUNESI IN DIFESA INTELLIGENTE E DOVUTA DEL NOSTRO TERRITORIO, ORA SI LIMITA A FARE DISPETTI POLITICI A CHI DA AMICO ONESTAMENTE CORRETTAMENTE AVEVA CERCATO DI PORTARLO SULLA BUONA VIA, IL PRIMO GIUDIZIO CHE SUBBIRA’ SARA QUELLO DEI SUOI FIGLI UNA VOLTA DIVENTATI ADULTI. AUGURI “UOMO”