Sunday, 18 August 2019 - 21:03
direttore responsabile Roberto De Nart

Troppo simile alla storica “Indipendenza Veneta”, la Corte d’Appello blocca la lista “Indipendenza Veneto noi con Zaia”

Mag 6th, 2015 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

indipendenza venetaLa lista “Indipendenza Veneto noi con Zaia” presentata a Venezia è stata ricusata dalla Corte d’appello. Il simbolo è stato ritenuto troppo simile a quello della storica “Indipendenza Veneta” che non appoggia Zaia, ma corre da sola con il proprio candidato, l’avvocato Alessio Morosin.

“Si tratta di una lista cosiddetta civetta – ha detto Morosin – che avrebbe potuto creare confusione nell’elettore. Eravamo rimasti perplessi quando a sette giorni dalla presentazione di quella lista, le veniva cambiato il nome, con una giravolta lessicale che tuttavia, come si è visto, non ha convinto i giudici. E infatti la gente mi fermava per strada per chiedermi se mi ero alleato con Zaia”.  Nella lista bloccata sono presenti i candidati bellunesi Franco Roccon, Paolo Tomè, Elisa Bergagnin e Luciana Cortina.

 

Share

3 comments
Leave a comment »

  1. Brao SAIA, sta olta te la ha ciapada te quel posto…

  2. Vista la confusione di queste ore, devo precisare che il simbolo pubblicato in questo articolo è quello di Indipendenza Veneta che partecipa legittimamente alle prossime elezioni del 31 maggio nella circoscrizione di Belluno con i candidati Massimo Vidori, Marisa Dalla Gasperina, Andreas Quinz, Lisetta Laner e Axel De Pellegrini.
    Grazie.

  3. il Tar del Veneto ha comunicato che anche nel collegio di Venezia è stata ammessa la lista di “Indipendenza noi Veneto con Zaia”, così come negli altri 6 collegi del Veneto che avevano da subito accettato lista e il simbolo.