Sunday, 18 August 2019 - 21:31
direttore responsabile Roberto De Nart

Annamaria Furlan al Consiglio Generale Cisl Belluno Treviso. I Cislini di Belluno e Treviso mercoledì in consiglio generale e per inaugurare la nuova sede bellunese

Mag 6th, 2015 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

CislTutta la Cisl Belluno Treviso oggi al Consiglio Generale che ha visto la presenza della segretaria generale Annamaria Furlan.
Un’occasione per inaugurare la nuova sede centrale di Belluno, che riunisce in un unico stabile tutte le categorie e i servizi, per dare una risposta sempre più efficiente e puntuale ai cittadini ottimizzando costi e risorse.

Il consiglio generale è stato l’occasione per proseguire nella raccolta firme indetta dalla Cisl per un equo fisco. Una riforma del sistema fiscale per cambiare il Paese, che possa introdurre un bonus di mille euro annui per tutti i contribuenti con un reddito individuale fino a 40mila euro; un nuovo sistema di detrazioni d’imposta per le famiglie, con l’introduzione del NAF, Nuovo Assegno Famigliare, flessibile in base ai redditi; un tetto complessivo di tassazione locale, regolamentando imposte e tasse regionali e comunali; l’introduzione dell’imposta ordinaria sulla grande ricchezza, perché il 4% dei cosiddetti “grandi ricchi” d’Italia, contribuisca ad una maggiore equità fiscale; l’esclusione dalla tassazione della prima casa; l’aumento delle sanzioni amministrative e penali per l’evasione fiscale e il miglioramento della tracciabilità dei pagamenti.

Subito dopo l’inaugurazione della sede bellunese, la segretaria generale Annamaria Furlan è intervenuta su varie tematiche nazionali, dal Job’s Act allo sciopero di ieri del mondo della scuola. Ad una domanda dei giornalisti sulla possibilità che si ripeta una situazione che ha coinvolto in questi giorni i lavoratori della Whirlpool, Furlan risponde: “Spero proprio di no, noi abbiamo bisogno di un Paese che riparta e si riparte solo con la crescita e lo sviluppo. In questi anni abbiamo fatto tanti accordi, tanti contratti di solidarietà, tanti contratti per aumentare la produttività. Siamo disponibili ad andare avanti in questo modo ma le aziende devono rimanere perché questo è l’unico modo per salvaguardare i posti di lavoro.”

“Viviamo l’epoca del cambiamento. Anche il sindacato deve sapersi rinnovare e il nostro primo passo, decisivo, è stata la fusione tra Treviso e Belluno. Pensarci come un’unica realtà anziché parte di essa, e l’inaugurazione di oggi, con le risorse investite su Belluno, ne è l’esempio – afferma Franco Lorenzon segretario generale Cisl Belluno Treviso – Gli altri luoghi del cambiamento sono il lavoro e il welfare. Nel lavoro ci troviamo di fronte ad un nuovo orizzonte di tutele: dalla rigidità delle norme (diritti dei pochi) alla flessibilità delle opportunità (nuovi diritti per tutti). Il Welfare – prosegue Lorenzon – non è una realtà garantita a prescindere, è bensì legata all’andamento demografico e alla produzione e ridistribuzione di ricchezza. Da qui la nostra proposta di riforma del fisco, per una maggiore equità e giustizia sociale. Altra attenzione da avere è per il nostro territorio, che non è più quella risorsa abbondante su cui si è costruito il miracolo del Nordest. Oggi bisogna agire sul rilancio del manifatturiero internazionalizzato e rinnovato, investire sulle infrastrutture, materiali come la viabilità e immateriali come la banda larga e sulla valorizzazione delle nostre specialità turistiche, culturali ed enogastronomiche.”

“Oggi per Belluno e per l’intera Cisl Belluno Treviso è una giornata di festa. Abbiamo costruito insieme questo importante passaggio e l’inaugurazione della nuova sede è la dimostrazione più importante di unitarietà d’intenti. Da oggi potremo offrire servizi sempre più efficienti e puntuali per la collettività e, nonostante gli impegni economici affrontati, le tariffe per i nostri servizi CAF sono diminuite del 15%, per dare un segnale alle persone in difficoltà. – dichiara Anna Orsini segretario generale aggiunto Cisl Belluno Treviso – L’attenzione ai bisogni dei lavoratori, delle famiglie, dei pensionati sul territorio è da sempre il nostro principale obiettivo. Oggi, con questo impegno economico ma anche di ottimizzazione di risorse e di personale, abbiamo fatto un altro passo in questa direzione.”

Share

Comments are closed.