Sunday, 18 August 2019 - 21:40
direttore responsabile Roberto De Nart

Decoro della città

Mag 1st, 2015 | By | Category: Lettere Opinioni, Prima Pagina

letteraQuesta non è una protesta; è un’accusa.
Venerdi 1 maggio Belluno, già Città Capitale della Montagna, capoluogo delle Dolomiti che vuol vedere nel turismo un riscatto dalla situazione di degrado in cui si trova, offriva in mattinata ai cittadini e ai turisti qui convenuti per varie iniziative, tra le quali anche la prima Comunione in Duomo, uno spettacolo indecente.
Porta Dojona, e Il Teatro Comunale, simboli della nostra Storia e della nostra Cultura, presentavano un’immagine indecorosa. Dovunque bottiglie, vetri, cartacce, resti di cibo, cicche e scatole di sigarette, evidenti deiezioni umane…
Poiché questi erano i punti dove si rintracciava l’espressione e la quantità massime della inciviltà che ha caratterizzato la notte passata, accuso i gestori del locale pubblico sottostante la Porta di non aver agito nel modo corretto che è loro richiesto alla fine dell’orario di apertura, cioè di non aver assolutamente pulito i luoghi circostanti, divenuti dominio incontrastato della loro incivile clientela.
Contemporaneamente invito il Sindaco di Belluno, in qualità di massimo rappresentante della Municipalità, ad attivarsi finalmente e decisamente per mantenere e far mantenere il decoro della nostra Città.
Non sono più accettabili le solite difese basate sulle circostanze, sulle difficoltà di bilancio, sulla volontà di andare incontro alle esigenze giovanili.
Qui si tratta, da una parte, di maleducazione che rasenta un comportamento penale e, dall’altra, di incapacità di far fronte ad una situazione da più parti evidenziata nel tempo, che deve essere risanata dimostrando finalmente di voler assolvere al proprio compito nei confronti dei Cittadini che vivono in centro o che desiderano usufruire delle sue bellezze, che sono patrimonio di tutti.
Spero, e con me lo sperano tutti i cittadini che hanno assistito a quello spettacolo schifoso, che da parte del Sindaco ci sia finalmente una definitiva presa di responsabilità.
Tomaso Pettazzi
P.s. all’occorrenza produrrò numerose testimonianze.

Share

3 comments
Leave a comment »

  1. Signor Pettazzi Lei ha perfettamente ragione sia nelle premesse, infatti se si vuole fare turismo ed attirare turisti, bisogna offrire servizi, manifestazioni di interesse e decoro, sia nelle situazioni che ha segnalato.
    Ci vuole l’impegno di tutti, in primis dei cittadini, con comportamenti civili ed educati, e anche dei gestori come ha opportunamente puntualizzato, ma anche delle forze dell’ordine per svolgere un’opera di controllo e di punizione, se e quando serve, visto che oramai le lamentele del degrado del giorno dopo sono purtroppo quasi quotidiane.
    E, se proprio serve, che gli addetti alla pulizia cittadina facciano come nelle città, dove le pulizia del centro è quotidiana, effettuata nei giorni festivi.
    Tutto è possibile, basta volerlo ed organizzarsi, a meno che a qualcuno non vada bene così, ma non penso che gli abitanti di Via Sottocastello e di Via del Cansiglio (solo per fare gli ultimi esempi letti sui quotidiani) siano contenti dell situazione attuale.
    E ci sarebbero altre segnalazioni da fare …

  2. facciamo una proposta:i grstori dei locali incriminati paghino delle multe consistenti nel caso si riproponessero tali indecenze. Penso che cosi’ faranno piu’ attenzione. Ah dimenticavo:multe salate da 1oooeuro in su non 50 o 1oo euro. Dobbiamo toccare il portafoglio.

  3. condivido in toto, sei grande Tomaso