Monday, 18 June 2018 - 13:27

Dove sono i benefici della riforma Delrio per la provincia di Belluno?

Feb 15th, 2015 | By | Category: Cronaca/Politica, Lettere Opinioni, Prima Pagina

letteraLa presidenza dell’ente di ‘area vasta’ bellunese sta decidendo la vendita di varie unità immobiliari. Sembra quasi una resa definitiva per far fronte alle necessità che Palazzo Piloni si trova ad affrontare dopo i tagli imposti da una continua spending review, che incidono sulla stessa sopravvivenza dei servizi che esso deve erogare alla Comunità.

I gioielli di famiglia (magazzini, caserme, uffici, stabili, tra i quali spicca il Palazzo dei Rettori, sede della Prefettura) verranno così messi in vendita in un momento in cui il mercato è fermo e i valori immobiliari sono ai minimi storici. Ma tant’è: le casse sono vuote e tali resteranno; non facciamoci illusioni. Gli Iat chiuderanno, a breve altri dipendenti verranno scaricati e nell’arco di un anno palazzo Piloni chiuderà i battenti.

Comunque la si pensi se questo ente debba essere mantenuto o no,  chiedo ai Bellunesi quale giudizio si sentano di dare su chi, pur di fronte a queste evidenze disastrose, si ostina a volercene decantare “le magnifiche sorti e progressive”, addirittura con ampliate competenze e relative disponibilità finanziarie.

Bressa, De Menech e Reolon che quotidianamente si esprimono in tal senso, che osannano la legge regionale 25/2014 e soprattutto la riforma Del Rio delle Province, non si vergognano di raccontare fandonie ogni volta che fanno le loro comparsate sui media? Cos’hanno di concreto da portare a sostegno delle loro tesi fondate sul nulla, dato che quella pseudo riforma è già stata cassata da eminenti studiosi di Diritto costituzionale?

Tomaso Pettazzi

Share

2 comments
Leave a comment »

  1. Ma come, non li vedete? Sono lì, guardate, lì! Eh eh, intanto vi ho fregato il portafoglio, razza di polentoni!

  2. ma su da noi….. se non piove l’è moi…avon sempre qualchedun che pensa par noi… e se pol lamentarse ma senza rabiarse…