Friday, 19 October 2018 - 10:00

Controllo straordinario del territorio: fermati dalla polizia due romeni con precedenti penali, il questore ne ordina il rimpatrio

Feb 11th, 2015 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Nella mattinata di ieri, martedì 10 febbraio 2015, nel corso di un’operazione della Questura di Belluno di controllo straordinario del territorio per la prevenzione e repressione di reati predatori, fenomeno particolarmente percepito dalla popolazione locale, svolta congiuntamente al personale del Reparto Prevenzione Crimine di Padova, sono stati fermati e identificati due cittadini rumeni C.G. e M.N.I. rispettivamente di 23 e 31 anni.

poliziaI due transitavano in località Ponte nelle Alpi (BL) a bordo di una BMW di grossa cilindrata con targa rumena e attiravano l’attenzione degli agenti in quanto si presentavano con atteggiamento particolarmente attento e circospetto. Inoltre, alla vista della pattuglia, cercavano immediatamente di allontanarsi in modo da eludere il controllo di polizia.

Dai controlli di rito emergevano diversi precedenti di polizia e trascorsi giudiziari relativi a reati quali furti in supermercati, furto con destrezza e reati predatori in genere, truffa e insolvenza fraudolenta e porto di armi e oggetti atti ad offendere. Tutti episodi criminosi rilevati in varie città del centro e nord d’Italia.

Gli stessi, attualmente domiciliati a Torino, al momento non sapevano giustificare la loro presenza sul territorio, adducendo di avere un appuntamento con altri connazionali in zona per un’escursione in montagna su impianti sciistici, mentre a bordo del veicolo controllato non vi era alcuna presenza né di attrezzatura sportiva idonea, né tantomeno di borse con ricambi ed effetti personali.

A smentire quanto riferito agli agenti, si accertava poi che la destinazione impostata sul navigatore della BMW indicava la zona industriale di Ponte nelle Alpi, località che è all’attenzione costante per recenti furti nelle abitazioni e nelle attività commerciali.

A questo punto gli operatori approfondivano il controllo sul veicolo dal quale emergeva la presenza a bordo di un apparato radiotrasmittente frequentemente utilizzato per comunicare tra sodali senza l’utilizzo di cellulari, e quindi evitando il rischio di essere intercettati. Veniva rinvenuta inoltre sui sedili posteriori una tessera sanitaria intestata a cittadino torinese e risultata rubata, circostanza questa che faceva scattare la denuncia dei due rumeni per il reato di ricettazione.

La circostanza inoltre che i predetti, pur essendo fisicamente abili, non svolgessero alcuna lecita attività lavorativa e che non abbiano alcuna dimora nei Comuni di Ponte nelle Alpi (BL) e Belluno e quindi, né alcuna ragione per soggiornarvi, faceva ragionevolmente ritenere che questi gravassero in questa Provincia al solo fine di perpetrare illeciti.

In considerazione quindi del comportamento sospetto dei due cittadini rumeni e dei numerosi precedenti di cui risultano gravati, il Questore della Provincia di Belluno, Michele Morelli, ha ordinato il rimpatrio di C.G. e M.N.I. con Foglio di Via obbligatorio al Comune di Torino facendogli inoltre divieto di ritorno nei Comuni di Belluno e Ponte nelle Alpi per un periodo di anni tre.

In ogni caso, saranno sistematicamente effettuati controlli con l’ausilio del Reparto Prevenzione Crimine nella zona considerata, che comunque nell’ultimo periodo registra un calo.

Share

Comments are closed.