Monday, 18 June 2018 - 15:44

Sì alla specificità, no al separatismo. Luca Barbini (Confindustria): “No a qualsiasi forma di indipendentismo né ad altre ipotesi irragionevoli come l’uscita dall’euro”

Feb 4th, 2015 | By | Category: Cronaca/Politica, Lavoro Economia Turismo, Prima Pagina
Luca Barbini

Luca Barbini

«No a qualsiasi forma di indipendentismo o separatismo, né ad altre ipotesi irragionevoli come l’uscita dall’euro. Sì, invece, alla proposta di un Veneto italiano, ma con maggiori forme di autonomia». Il presidente di Confindustria Belluno Dolomiti, Luca Barbini, condivide le dichiarazioni del presidente di Confindustria Veneto Roberto Zuccato, contrario all’idea di una regione “separata” dal resto del Paese. Ma si dice invece favorevole alla prospettiva di un Veneto autonomo o a statuto speciale, quale «unica soluzione concreta e attuabile anche per ridurre quel residuo fiscale che attualmente penalizzante per il nostro territorio».

«Le dichiarazioni del presidente Zuccato – afferma Luca Barbini – esprimono un sentimento diffuso tra gli imprenditori veneti, come è emerso anche da una recente rilevazione della Fondazione Nord Est proprio su questo tema. Allo stesso tempo, però, non possiamo che guardare con favore e grandi aspettative alla proposta che prevede il riconoscimento di maggiori forme di autonomia per la nostra Regione. Ciò vale soprattutto per noi bellunesi, che viviamo e operiamo in un’area “schiacciata” tra territori a statuto speciale, dove la capacità di spesa è notevolmente diversa». «Da questo punto di vista – aggiunge Luca Barbini – è evidente che la piena e concreta attuazione dell’articolo 15 dello Statuto regionale sulla specificità della nostra Provincia passa anche attraverso l’autonomia del Veneto, che solo così può avere le risorse da trasferire a Belluno per ridurre l’abnorme divario con i territori limitrofi».

Share

Comments are closed.