Wednesday, 26 September 2018 - 00:45

Sarà la regione ad imporre l’unificazione delle Ulss!  * intervento dei Gruppi consiliari 5 Stelle di Belluno

Feb 2nd, 2015 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina
5-stelle-beppe-grillo-130x130Oltre un anno fa presentammo una mozione nel comune di Belluno per avviare un discorso in merito all’unificazione delle Ulss.
Né danno notizia con una nota i Gruppi consiliari del Movimento 5 Stelle del Comune di Belluno.
L’ipotesi di unificazione a Feltre venne accolta con un arroccamento da parte degli esponenti dei soliti partiti, che dicono una cosa a Venezia e un’altra a Belluno (incapacità programmatica o opportunismo politico?). Mentre a Belluno la mozione passò.
Tuttavia, come avviene di frequente, a fronte di una chiara indicazione del consiglio, non seguì alcun riscontro dall’amministrazione.
Per questo motivo a Belluno, un paio di settimane fa, abbiamo inviato al sindaco un’interrogazione in merito.
Persino nei bar, da anni, si parla dei risparmi possibili: tra direttori, dirigenti, uffici, burocrazia, sarebbero milioni di euro l’anno risparmiati, da destinare ai pazienti, farmaci, terapie, presenza territoriale.
Se la proposta fosse arrivata concertata dal territorio, la Regione poco avrebbe potuto obiettare. Ma ancora una volta l’immobilismo delle nostre amministrazioni ci costringe a soluzioni calate dall’alto, che inevitabilmente non saranno effettuate nel migliore dei modi. Non è difficile comprendere, infatti, che una decisione presa a Venezia sarà sproporzionata verso l’ospedale di Belluno.

Sono scelte politiche difficili, ma se amministratori e cittadini non cominciano a capire che i discorsi devono uscire dai bar ed entrare nelle sedi istituzionali, per dar vita ad un dibattito territoriale e quindi una soluzione condivisa, subiremo i tagli dall’alto, con buona pace di questi politici che avranno qualcun’altro da incolpare.

Questi sono i grandi “paladini dell’autonomia bellunese”, solo chiacchiere poi quando si tratta di decidere ed agire si cagano sotto preferendo salvaguardare i loro miseri interessi a discapito dell’interesse comune del quale sanno solo riempirsi la bocca.

Lo stesso discorso vale per le fusioni dei comuni, aspettiamo che sia Venezia a decidere: i temporeggiatori sono i maggiori urlatori provinciali sulla specificità e sull’autonomia, nei fatti incapaci di assumere decisioni e proposte autonome, delegando sempre e comunque Roma o Venezia. Sono i primi che urlano al centralismo quando è colpa loro se le decisioni vengono necessariamente prese da Roma o da Venezia.

Ma non lamentiamoci se le scelte saranno fatte con la matita sulla cartina – conclude la nota dei Gruppi consiliari 5 Stelle di Belluno –  perché è con il nostro voto che abbiamo fatto questa scelta.
Share

Comments are closed.