Saturday, 16 December 2017 - 11:14

Fondi comunitari. La Regione Veneto utilizza tutte le risorse Fesr 2007-2013. Ciambetti: “La nuova programmazione ci riserverà 150 milioni in più”

Dic 30th, 2014 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina
Roberto Ciambetti

Roberto Ciambetti

“Anche quest’anno abbiamo conseguito risultati positivi e le risorse utilizzate risultano persino superiori agli obiettivi fissati dai regolamenti comunitari: quelle certificate alla Commissione Europea ammontano complessivamente a 346.845.401 euro, superando di 6.806.721 euro l’obiettivo fissato ed evitando così la perdita di risorse comunitarie”.

Lo ha comunicato oggi nel corso di una conferenza stampa l’assessore al bilancio, alla cooperazione e ai finanziamenti comunitari della Regione del Veneto, Roberto Ciambetti, fornendo i risultati del Programma Operativo Regionale (POR) obiettivo Competitività Regionale e Occupazione (CRO), finanziato dall’Unione Europea con il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR), dallo Stato Italiano e dalla Regione del Veneto, nel periodo di programmazione 2007-2013.

Il Programma prevede finanziamenti a favore di soggetti privati e pubblici nei settori ritenuti fondamentali per rafforzare la produttività e la competitività delle regioni europee ed suddiviso in cinque diversi ambiti di intervento, chiamati Assi.

In particolare i finanziamenti concessi hanno interessato il supporto alle attività di ricerca, sviluppo e innovazione, con particolare riguardo al sistema imprenditoriale e alle PMI innovative, giovanili e femminili, il risparmio energetico, con l’incremento della produzione da fonti rinnovabili e del teleriscaldamento, la tutela dell’ambiente, con particolare attenzione alla riduzione del rischio idrogeologico e alla bonifica di siti inquinati, la mobilità, con interventi a favore dell’intermodalità, del SFMR e della mobilità sostenibile, la valorizzazione del patrimonio culturale e naturale, con particolare riferimento al sistema museale e ai parchi.

Ciambetti ha anche annunciato che la nuova programmazione 2014-2020, la cui contrattazione è in fase di definizione, riserverà al Veneto un’ulteriore soddisfazione, premiando l’impegno profuso in questa “trattativa”: la disponibilità finanziaria, infatti, passerà dai 448 milioni degli scorsi sette anni ai 600 milioni di euro per i prossimi sette.

Share

One comment
Leave a comment »

  1. Che Belluno se li gestisca da sola. Prima ci stacchiamo fal Veneto, meglio è.

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.