Monday, 18 December 2017 - 20:38

Caro pellet. Piccoli presenta contro-emendamento: “Auspicabile il dietro-front del governo nel maxi-emendamento almeno per le province montane”

Dic 19th, 2014 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina
Giovanni Piccoli, senatore

Giovanni Piccoli, senatore

“Spero che nel maxi-emendamento presentato dal Governo si sia tolto l’emendamento 3.4111, quello che aumentava l’Iva sul pellet dal 10 al 22 per cento. Sarebbe un affronto alle famiglie, a partire da quelle di montagna”.

A dirlo, a margine della discussione sulla legge di stabilità che si sta sviluppando in Commissione Bilancio al Senato, è il senatore di Forza Italia Giovanni Piccoli, che, per non lasciare nulla di intentato, ha presentato un emendamento che chiede di bloccare l’aumento dell’Iva sul pellet nelle province montane di Belluno, Verbania e Sondrio, così come individuate dalla Legge Delrio.

“Si tratta di un aumento ingiusto e ingiustificato, perché va a incidere soprattutto sulle famiglie, quelle con redditi più bassi e residenti nelle aree più periferiche del paese. Belluno non fa eccezione, non solo per quanto riguarda i consumatori finali ma l’intera filiera del legno, uno dei pochi settori in crescita”.

“Da uno studio Istat pubblicato sul sito di qualenergia.it si evidenzia che i maggiori consumi sono registrati nei comuni di montagna fino a 50.000 abitanti: una forma di riscaldamento che riguarda 2 milioni di famiglie”, prosegue Piccoli.

“Mi auguro che in queste ore di febbrile discussione sul maxi-emendamento del Senato il Governo ritorni sui propri passi”, conclude Piccoli.

Share

One comment
Leave a comment »

  1. Stiamo parlando di un maggior costo annuo stimato di 50 euro a famiglia.

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.