13.9 C
Belluno
venerdì, Maggio 29, 2020
Home Cronaca/Politica Candidatura di Roma alle Olimpiadi. Zaia: "Come dipingere una 500 di rosso...

Candidatura di Roma alle Olimpiadi. Zaia: “Come dipingere una 500 di rosso e sperare che sia scambiata per una Ferrari”

zaia“Renzi candida la capitale a ospitare le Olimpiadi e lo fa con la seria prospettiva di vincere la concorrenza. Io ho la sensazione che se gli italiani vinceranno qualcosa sarà l’ennesima fregatura targata Roma”.

Il presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, non accoglie certo con entusiasmo la volontà del Governo di concorrere per l’assegnazione dei giochi olimpici del 2024.

“Non è in discussione la bellezza e il prestigio di un appuntamento di rilevanza planetaria come le Olimpiadi – sottolinea Zaia – ma quello che proprio non convince, anzi spaventa, è il momento scelto per lanciare una simile candidatura e la città che dovrebbe ospitare prevalentemente l’evento. Far concorrere Roma alla designazione di futura città olimpica, equivale a dipingere di rosso una vecchia 500 e sperare che gli altri credano che sia una Ferrari”.

“Gli italiani non ne possono più di questi ripetuti e stucchevoli tentativi di Renzi di nascondere le magagne del Paese con annunci e proclami fini a se stessi – prosegue il governatore veneto – e soprattutto in un periodo difficilissimo per le famiglie e le aziende, alle quali un apparato nazionale sprecone continua a chiedere soldi e sacrifici, è inaccettabile che lo Stato predichi il rigore e pratichi tagli della spesa a tutti gli Enti pubblici fuorché a se stesso”.

“Una candidatura alle Olimpiadi – conclude Zaia – non risolve i drammatici problemi finanziari di una città, ora squassata dall’inchiesta su Mafia Capitale, che per ben due volte è stata salvata dal default anche a spese dei veneti, costretti a versare 21 miliardi di imposte all’anno a Roma-idrovora, senza vedere alcun ritorno. E qualcuno si aspetta che i veneti gioiscano per una candidatura che si prospetta come una nuova minaccia?”

Share
- Advertisment -

Popolari

Nigeriano arrestato per resistenza e violenza e poi rilasciato

Nel pomeriggio di oggi, giovedì 28 maggio, i carabinieri del Nucleo radiomobile di Belluno hanno arrestato O.A. classe '88 cittadino nigeriano residente a Trichiana...

Movida e motociclisti sorvegliati speciali nel weekend

Il distanziamento sociale quale inderogabile parametro per la tutela della salute pubblica, e il conseguente rafforzamento dei controlli nei luoghi della “movida” finalizzati a...

Storie di vita, #storiedirose: al via il contest fotografico e narrativo del Museo Etnografico della Provincia di Seravella

È partito in quarta #storiedirose, contest fotografico e narrativo curato dal Museo Etnografico della Provincia di Belluno. Nel giro di pochi giorni, il progetto...

Asilo di Levego. Le precisazioni della Cooperativa Kairos

Al Sindaco del Comune di Belluno Ai Signori Genitori dei bambini iscritti all’Asilo Nido Integrato di Levego Agli Organi di Stampa Roma, 25 Maggio 2020 Oggetto: lettera inviata al...
Share