Saturday, 16 December 2017 - 11:18

Emergenza Comelico. Solidarietà dal Movimento 5 Stelle che chiama in causa la Regione Veneto. Ma la politica non retrocede di un passo nella conservazione dei privilegi

Dic 1st, 2014 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Nel palleggio di responsabilità e competenze tipicamente italiano, oggi registriamo il messaggio di interessamento e solidarietà (ma nulla di più) al Comelico dei parlamentari del Movimento 5 Stelle che chiamano in causa la Regione Veneto.  Lo stato, rappresentato dai parlamentari, continua a tagliare i trasferimenti agli enti locali regioni, province, comuni. Di conseguenza gli enti tagliano servizi e manutenzioni alle province.  L’aspetto grottesco di tutta la faccenda è che a farne le spese sono i comuni cittadini. I politici, anche quelli condannati con sentenza definitiva, si aggrappano stretti ai loro super stipendi, vitalizi e privilegi in questa democrazia malata. Con la sola ed ammirevole eccezione dei parlamentari 5 Stelle e dei loro consiglieri regionali, che da inizio mandato si sono ridotti i compensi.

5-stelle-beppe-grillo-130x130“Forza Comelico” queste sono le parole del vicepresidente della Camera Luigi Di Maio e del capogruppo del MoVimento 5 Stelle alla camera Andrea Cecconi.“Sono molto felice” afferma il deputato bellunese Federico D’Incà “con Andrea e Luigi abbiamo parlato delle problematiche della montagna veneta e in particolare del Comelico, con le mille difficoltà legate al dissesto idrogeologico”.

E continua “Sentiamo tutti la volontà di non lasciare sole le 8.000 persone del Comelico che vivono una situazione di assoluto disagio.
In questi giorni sto cercando di aprire tutti i canali disponibili per un tavolo programmatico con l’ANAS per soluzioni alternative come la galleria di Coltrondo. Mi auguro che la regione Veneto e Zaia non si limitino alle sole parole, come al solito, ma dimostrino fatti concreti”.

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.