Thursday, 23 November 2017 - 17:02

Flora spontanea. La IV Commissione agricoltura dà l’ok al nuovo progetto di legge per la raccolta e cessione di piante ed erbe

Ott 30th, 2014 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina
Dario Bond, consigliere regionale Pdl

Dario Bond, consigliere regionale Pdl

La IV Commissione Agricoltura, nella seduta di ieri, ha licenziato la proposta di legge che disciplina la raccolta e cessione di piante della flora spontanea: camomilla, tarassachi, mentuccia, finocchietto selvatico, uva ursina o sambuco e tutte le altre specie vegetali utilizzate sin dai tempi antichi sia nelle cucine venete che per le loro proprietà benefiche.

“La legge va a colmare un vuoto normativo che si trascina dal 1974”, rimarca il presidente della IV Commissione Dario Bond (Forza Italia per il Veneto) nonché esperto del settore, quale titolare dell’erboristeria “L’Alchimista” di Mel. “Si tratta di un intervento importante e non più rinviabile, che da un lato tutela le specie autoctone e dall’altro conserva le tradizioni del territorio”.

La proposta, primo firmatario il veronese Davide Bendinelli, distingue due tipi di raccolta: quella non commerciale, sottoposta a dei limiti quantitativi, e quella a fini di vendita, che sarà consentita solo a chi si iscriverà al registro regionale degli operatori abilitati e potrà esibire il relativo patentino quinquennale. Le sanzioni per gli inadempienti potranno arrivare sino a un massimo di 250 euro.

“Nello specifico”, rimarca Bond, “chi raccoglie piante ed erbe a scopo commerciale per rifornire erboristerie e ristoranti dovrà frequentare un corso di formazione professionale”.

“Rispetto alla proposta originaria si è deciso di sollevare i raccoglitori non commerciali da possibili oneri burocratici”, sottolinea Bond, che ricorda come nel testo licenziato dalla Commissione vi sia anche una clausola di salvaguardia: “E’ previsto che in ogni momento la Giunta regionale possa interdire la raccolta di specifiche specie per ragioni ambientali o climatiche”.

“Mi auguro che la legge possa essere presto accolta dal Consiglio regionale: è un piccolo intervento dal forte significato”, conclude Bond.

Share

2 comments
Leave a comment »

  1. C’è in particolare da tenere presente le virtù alimentari e benefiche del tarassaco o dente di leone (radicela o radicio da prà) per uso e consumo proprio quanta la qunatità da raccogliere? grazie

  2. Solo in Italia e specialmente nel Veneto siamo oberrati da infinite norme,regolamenti,ecc. cosichè il cittadino è talmente incazzato che se ne frega e fa viceversa !!!. Gli antichi romani, mi pare, dicevano che più leggi complicate ci sono e più il cittadino è invogliato a trasgredirle……poche norme,importanti e sopratutto chiare.

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.