Tuesday, 26 September 2017 - 11:10

Elettrodotto Terna Valbelluna. Serena Pellegrino: “Si attende da una azienda a capitale pubblico qualcosa di più evoluto di questo progetto vistosamente datato e incongruo rispetto le mutate esigenze delle forniture elettriche”

Ott 30th, 2014 | By | Category: Cronaca/Politica, Natura, ambiente, animali, Prima Pagina
Serena Pellegrino

Serena Pellegrino

“Ci rassicurano le precisazioni da parte del Ministro dell’Ambiente relativamente al progetto della Terna spa nelle Dolomiti bellunesi: è chiaro che vi è la piena consapevolezza della grave ingerenza ambientale, paesaggistica ed eco sistemica dell’intervento proposto e attualmente ancora sottoposto con molta attenzione alle procedure di VIA.

Ma  considerato che il progetto è diretto al miglioramento  del servizio elettrico e della sicurezza in un’area sottoposta a condizioni metereologiche molto avverse, a maggior ragione si pretenda da Terna spa, società dello Stato che deve perseguire l’interesse pubblico, la presentazione di una alternativa di tracciato e l’impiego delle  tecnologie oramai ampiamente usate in tutto il mondo, come l’interramento delle linee e l’uso, per le grandi distanze, della corrente continua con bassissime perdite di carico ed un elettromagnetismo più contenuto e costante.”

Lo dichiara l’onorevole Serena Pellegrino, capogruppo di SEL in Commissione ambiente, che ha rappresentato l’esigenza di tutelare in via definitiva le Dolomiti bellunesi contro lo sfregio ambientale e paesaggistico insito nel progetto della Terna spa, che prevede di installare tralicci alti 60 metri in un territorio ricompreso in un Parco nazionale e dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO.
“ Al netto di quanto veramente necessario – conclude l’onorevole Pellegrino – , dal punto di vista tecnologico ci si attende da una azienda a capitale pubblico  qualcosa di più evoluto di questo progetto vistosamente datato e incongruo rispetto le mutate esigenze delle forniture elettriche, incluso il fatto che  sia dettagliatamente prevista la totale mitigazione di tutti gli impatti ambientali. “

Share

2 comments
Leave a comment »

  1. La logica ed intelligenza sono oramai lineari con la linea esposta anche dalla Pellegrino…..e’ ovvio che questo tipo di volonta,’ deVe essere mantenuta dagli amministratori pubblici locali e dalle popolazioni di questa stupenda vallata bellunese!

  2. Un plauso alla Pellegrino, dopo l’audizione di Piccoli al Senato, la risoluzione presentata da Bond in consiglio regionale e votata in modo unanime, la presa di posizione sui giornali del Governatore Zaia, un’altro importante azione è venuta dalla deputata di SEL, dimostrando che il buon senso non ha colore politico e nemmeno geografico visto che una deputata del Friuli si è impegnata per le valli Bellunesi.

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.