Tuesday, 21 November 2017 - 03:00

Ebola, pericolo Mare Nostrum e autonomia per tutti, i due spot elettorali di Lega Nord e Nuovo centro destra

Ott 28th, 2014 | By | Category: Cronaca/Politica, Riflettore
politica megafonoHanno avuto un ventennio insieme con Berlusconi se volevano effettivamente dare l’autonomia al Veneto, eppure in politica come nella stampa, non c’è nulla di più inedito delle cose già viste. E’ di oggi, infatti, l’appello di Costantino Toniolo (Nuovo Centro Destra), presidente della Commissione affari istituzionali del Consiglio regionale del Veneto, promotore della legge istitutiva per il referendum consultivo sull’autonomia del Veneto, già sindaco, consigliere comunale, assessore provinciale e consigliere regionale, che invoca l’autonomia uguale per tutte le Regioni dinanzi al ministro Elena Boschi.  “In questa fase storica per il Veneto  – afferma Toniolo – ci vuole l’autonomia o comunque forme accentuate di decentramento e federalismo. Piuttosto che negare l’autonomia ai territori italiani che la chiedono e declassare le regioni speciali in nome di una certa equità e giustizia, meglio dare a tutti ugualmente l’autonomia, che significa anche responsabilizzare di più gli amministratori regionali!. Sono fermamente convinto che quelle regioni ora per nulla virtuose”, sottolinea Toniolo, “nel momento in cui si troveranno obbligatoriamente a fare i conti in casa loro con quello che hanno, faranno tornare i conti improvvisamente anche chiedendo in modo spontaneo di aggregarsi ad altre regioni!”

Per quanto riguarda la dichiarazione di oggi del Presidente Zaia, conclude Toniolo: “mi rallegro che il nostro Governatore lotti per l’autonomia e quindi si sia spostato dall’indipendenza alla nostra proposta!”

Da Roma si fa sentire Erika Stefani, vicepresidente dei senatori della Lega Nord che agita lo spauracchio del contagio, sempre efficace. “E’ nata una polemica sui soldati americani a Vicenza messi in quarantena – osserva Stefani  – . Ovviamente la questione ci preoccupa anche se noi ci preoccupiamo  soprattutto delle miglia di clandestini che sono arrivati e continuano ad arrivare in tutto il paese e nel vicentino che non sono né controllati né messi in quarantena. Addirittura si rifiutano di dichiarare la loro provenienza il che impedisce agli operatori di capire se arrivano dai paese africani maggiormente colpiti dal virus ebola. Il vero pericolo è l’operazione mare nostrum che sottopone cittadini e forze dell’ordine a rischi sanitari altissimi. Il governo fermi subito questa demenziale operazione”.

Share

2 comments
Leave a comment »

  1. Testo fazioso contro la Lega…o mi sbaglio?

  2. Anziché tuonare affinché i militari americani facciano la quarantena a casa loro, Zaia avrebbe dovuto porre la questione delle basi militari americane in Italia per essere credibile. Ma quello non lo può fare o non si sente di farlo e allora prende la scorciatoia populista.
    Zaia sa perfettamente che la quarantena all’interno delle basi militari non costituisce alcuna violazione ai trattati Italia-Usa.
    Fortunatamente per noi si tratta solo di misure precauzionali, io credo che nessun soldato abbia contratto la malattia. Insomma, come sempre facciamo la faccia feroce, ma nelle prove di forza con potenze straniere non rimane che affidarci alla fortuna piuttosto che ai politici.
    Roberto De Nart

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.