Sunday, 24 September 2017 - 10:39

Fuochi per l’autonomia

Ott 24th, 2014 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina, Società, Istituzioni

belluno-provincia-autonomaPer il terzo anno consecutivo, alle prime ombre della sera dell’ultimo sabato di ottobre, la terra dolomitico-bellunese si illuminerà delle luci di numerosi fuochi sulle cime e nei borghi. Fuochi, che simbolicamente richiamano l’attenzione alla montagna ed alle pressanti problematiche delle comunità che la abitano, partendo dal borgo più lontano, piccolo ed in quota delle Dolomiti per arrivare alla più popolosa Valbelluna. Fuochi che abbracciano cime e vallate, che tentano di scaldare le prime gelide serate autunnali, anticipatrici dell’inverno. Inverno, quale futuro di questa nostra amata terra, se non sapremo agire all’indifferenza, alla rassegnazione, all’individualismo ed a certe logiche di potere. Fuochi quale forte richiamo all’Autonomia e all’Euregio come tematica per questo 2014.

Autonomia da coltivare come valore aggiunto nell’agire e nel pensare di ogni individuo ivi residente. Autonomia come strumento ed assunzione di responsabilità di ognuno da esercitare nella quotidianità a favore della comunità, come sapevano fare i nostri avi esercitando il diritto regoliero.

Euregio, come strumento istituzionale per un confronto e condivisione di soluzioni alle problematiche di un territorio omogeneo alpino, quali i territori di Trento, Bolzano, Tirolo e Belluno.

Non rimaniamo ciechi di fronte al vero significato dei referendum dei comuni di confine, compreso da moltissimi concittadini. Non rimaniamo ciechi di fronte al risultato elettorale delle recenti consultazioni europee ed alle opportunità di fattiva collaborazione con i nostri cugini dolomitici, al di la dei confini, che ormai esistono solo nelle nostre teste.

Aprire gli occhi significa prendere coscienza di un’opportunità da cogliere ora; significa imboccare un percorso che i fuochi simbolicamente illuminano, ma che troppi vorrebbero oscurare e tradire per perseguire vecchi e logori schemi.
Di seguito l’elenco, ancora in fase di aggiornamento dei fuochi che saranno accesi sulle vette:

COMUNE e LOCALITA’
� Agordo Piazza Libertà
� Auronzo Monte Agudo
� Belluno Faverghera – Nevegal
� Canale d’Agordo C lmont
� Cencenighe Agordino Bar Commercio
� Chies d’Alpago Pian dei Tac
� Cibiana Monte Rite
� Comelico Superiore Colesei
� Domegge di Cadore Rifugio Eremo del Romiti
� Domegge di Cadore Grea
� Falcade Cima Palmina
� Farra d’Alpago Malga Mezzomiglio
� Feltre Pra delle Moneghe
� Feltre Monte Pafagai
� Feltre Monte Miesna – Rocchetta di S.Vittore
� Feltre Monte Telva
� Forno di Zoldo
� Gosaldo Col de Luna
� Lentiai Monte Garda
� Limana Monte Gal
� Lorenzago di Cadore Loc. Rivad
� Mel Col de Moi o altro nei dintorni
� Pedavena Monte Avena
� Perarolo Parco Avventura Caralte
� Perarolo Dubbiea – Piani
� Pieve d’Alpago Dolada
� Pieve di Cadore San Dionisio
� Pieve di Cadore Monte Zucco
� Pieve di Cadore Damos
� Pieve di Cadore Lago Centro Cadore, sponda
� Pieve di Cadore loc. Manzago – stadio ghiaccio Tai
� Rocca Pietore da definire
� San Gregorio delle Alpi – Casera Ere
� San Tomaso Agordino Mont de Sora
� San Vito di Cadore Rifugio Larin
� Santo Stefano di Cad. loc. Mare de San Pietro
� Selva di Cadore Loc. Andria
� Taibon Agordino Loc. Al Forte
� Valle di Cadore Rifugio Costapiana
� Valle di Cadore Pian de Val
� Voltago Agordino Malga Losch

 

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.