Tuesday, 26 September 2017 - 13:01

Garanzia giovani in Veneto. Assessore Donazzan sull’andamento del programma: “Oltre 18mila iscritti, 9mila inseriti in piani di attivazione e 5mila in avii lavoro o tirocini”

Ott 22nd, 2014 | By | Category: Cronaca/Politica, Lavoro Economia Turismo, Prima Pagina

Elena Donazzan

Elena Donazzan

Per quanto riguarda il Veneto, il bilancio sul programma “Garanzia Giovani” e’ sicuramente positivo.

Lo dicono i dati e l’analisi dell’andamento del programma avviato dalla Regione dal 1° maggio al 15 ottobre. Infatti, sono 18.496 gli iscritti effettivi al portale dedicato, i residenti in regione sono 16.212 e i fuori regione 3017.

E lo conferma l’Assessore regionale alla formazione professionale e al lavoro Elena Donazzan che stamani a Venezia, nella sede della Regione, Palazzo Grandi Stazioni, ha fatto il punto dell’andamento del programma nel corso di un incontro con le parti sociali, affiancata dai dirigenti regionali del settore lavoro Santo Romano, del settore formazione Pierangelo Turri e dal direttore di Veneto Lavoro Sergio Rosato.

Si ricorda che “Garanzia Giovani” è destinato a una ‘fetta’ precisa di giovani, quelli tra i 15 e i 29 anni che però non studiano e non lavorano (i Neet, che nel Veneto si stima siano tra i 40.000 e i 45.000) per garantire loro, entro quattro mesi dall’inizio della disoccupazione, un valido servizio di accompagnamento al lavoro o una ripresa degli studi o della formazione professionale.

“Il partner per noi fondamentale e’ il mondo dell’impresa – ha sottolineato Donazzan – a cui chiediamo di aprire le porte delle aziende a questi giovani per fargli fare esperienze di lavoro che sarebbero determinanti per il loro futuro: paga la Regione Veneto con i fondi europei. Molte aziende hanno risposto ma abbiamo bisogno di molte di più che vogliano ‘provare’ questi nostri giovani che ne’ lavorano ne’ studiano”.

Le risorse destinate nel biennio 2014-2015 sono di 83,5 milioni di euro e l’ andamento del programma dal 1° maggio al 15 ottobre è il seguente: 8.937 giovani hanno sottoscritto il patto di attivazione presso uno Youth Corner (punti dedicati nelle associazioni,

Dei 9.599 non iscritti: 2295 risiedono in altre regioni; 1368 si sono iscritti e poi hanno trovato lavoro/tirocinio in autonomia; 5200 sono privi dei requisiti richiesti (ad esempio sono studenti).

A partire dal mese di settembre – ha osservato Donazzan – dopo il naturale rallentamento nei mesi di luglio e agosto, le registrazioni al portale cliclavoro sono riprese a ritmo sostenuto (oltre 3700 in settembre e 2.300 nei primi 15 giorni di ottobre), così come è elevato il ritmo delle prese in carico circa 2.200 al mese”.

2200 dei circa 9000 giovani attivati hanno già ricevuto una proposta di inserimento: 1.658 sono inseriti in progetti già approvati e in corso di avvio; per gli altri la cosa si sta perfezionando.

Alla data del 15 ottobre, 2.506 giovani hanno in corso un rapporto di lavoro o di tirocinio di cui 1.1.72 hanno già stipulato il patto di attivazione.

Abbiamo voluto fare il punto della situazione con assoluto rigore,– ha riferito l’Assessore veneta – proprio per rispondere a equivoci e fraintendimenti a volte apparsi sulla stampa. Puntualizziamo perciò gli aspetti di un programma che vede la Regione Veneto ampiamente promossa, sotto il profilo dell’efficienza e dell’efficacia, in questa prima fase di attuazione del programma “Garanzia Giovani” sia in relazione alla tempistica definita dal Programma Operativo Nazionale YG, sia all’adeguamento degli strumenti operativi, sia nella tempestività nell’attivazione delle misure”.

Donazzan ha informato inoltre che mercoledì a Roma il coordinatore degli assessori regionali al lavoro Simoncini nell’incontro nella Nona commissione della Camera con il Ministro dell’istruzione Poletti chiederà lo sblocco dei fondi sulla comunicazione e sull’assistenza tecnica relativi proprio a “Garanzia Giovani” per dare maggiori opportunità di riuscita al programma e farlo conoscere al meglio ai destinatari, cioè le aziende e i giovani.

L’Assessore ha ricordato inoltre i due Bandi “Mettiti in moto!”, uno presentato il 3 settembre scorso con 16 progetti approvato e 317 destinatari, prenderà avvio a fine anno; l’altro è stato presentato il 15 ottobre con 143 progetti presentati a cui hanno aderito 935 partner aziendali per un coinvolgimento previsto di 1540 giovani.

Il prossimo step di “Garanzia Giovani, ha annunciato Donazzan, sarà l’attivazione della misura che riguarda il sostegno all’auto-impiego e all’autoimprenditorialità”

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.