Tuesday, 26 September 2017 - 11:12

Ferrovie. Emendamento Reolon: gara per un lotto solo bellunese

Ott 8th, 2014 | By | Category: Cronaca/Politica, Riflettore
Sergio Reolon, consigliere regionale Pd

Sergio Reolon, consigliere regionale Pd

Belluno, 8 Ottobre 2014 _ Perché nel 1961 il viaggio in treno da Belluno a Venezia durava 1 ora e 40 minuti, mentre oggi è di 2 ore e 14 minuti? E perché se nel 1938 da Belluno a Padova bastavano 1 ora e 37 minuti, oggi ci vogliono 2 ore e 13 minuti? Sono peggiorate le condizioni dei binari, i treni sono più vecchi e lenti, la linea è intasata di convogli?

Nulla di tutto questo, afferma il consigliere regionale Sergio Reolon. «Semplicemente la giunta regionale sul trasporto ferroviario è subalterna alle politiche di Trenitalia. Per la società le due linee bellunesi costituiscono un costo e quindi fa di tutto per scoraggiare l’utenza. Io penso, al contrario di Zaia, che puntare sul trasporto pubblico significa attrarre investimenti e rilanciare l’economia».

Reolon ha pronta una mozione per impegnare la Giunta a cambiare radicalmente indirizzo sulle politiche di trasporto ferroviario e su strada nella provincia di Belluno. L’occasione è offerta dalla gara di appalto per l’affidamento del servizio ferroviario regionale. «Bisogna che la gara sia suddivisa in lotti in grado di attirare altri potenziali gestori», spiega il consigliere, «così da uscire dalla gestione complice tra Trenitalia e Giunta regionale».

Per chiedere la gara per l’affidamento del servizio ferroviario e la suddivisione in lotti, Reolon aveva presentato un emendamento in sede di approvazione del bilancio regionale ad aprile. Allora fu bocciato per due voti.

Con la mozione, Reolon chiede di “attivare le procedure per l’avvio di un bando di gara d’appalto per l’affidamento dei seguenti servizi:

  1. a) linea ferroviaria Calalzo-Padova con almeno quattro corse giornaliere dirette (andata-ritorno) sull’intera tratta;
  2. b) linea ferroviaria Calalzo-Venezia con almeno quattro corse giornaliere dirette (andata-ritorno) sull’intera tratta;
  3. c) trasporto pubblico extraurbano su gomma nella Provincia di Belluno”.

 

«Sono convinto che la gara unica per tutta la regione rende irrilevanti le linee bellunesi», conclude Reolon. «Assistiamo al peggioramento continuo del servizio, soprattutto dopo l’introduzione dell’orario cadenzato. Sono aumentati i tempi di percorrenza e i disagi per gli utenti. I cittadini del Cadore sono costretti a un cambio per andare a Padova e a due cambi per andare a Venezia».

Share

2 comments
Leave a comment »

  1. è iniziata la campagna elettorale

  2. Bene, ottima cosa. Belluno deve collegarsi con l’austria e la germania. Magari ci fosse l’anello delle dolomiti in treno.

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.