Sunday, 24 September 2017 - 10:33

Embargo contro la Russia. Zaia: “Sto con gli imprenditori bellunesi. Bruxelles non vede oltre il proprio naso”

Ott 2nd, 2014 | By | Category: Cronaca/Politica, Lavoro Economia Turismo, Prima Pagina

zaia-leggeriss“Condivido le vostre preoccupazioni e faccio appello ai tutti gli europarlamentari veneti e italiani perché facciano qualcosa”. Il presidente della Regione Luca Zaia è a fianco degli operatori economici bellunesi che hanno espresso tutte le loro preoccupazioni per l’embargo deciso dall’Unione Europea contro la Russia, ma sta cominciando a pesare anche sul sistema produttivo provinciale, colpendo soprattutto l’occhialeria e il settore metalmeccanico, con gravo conseguenze anche dal punto di vista occupazionale.

“A Bruxelles – sostiene Zaia – pensano di giocare alla grande politica, ma la verità è che non conoscono i territori e le loro caratteristiche economiche. Con le misure messe in campo contro la Russia per la questione ucraina, si sta dando ancora una coltellata alle economie locali all’interno di uno stato di crisi già grave di per sé, immolando i lavoratori e gli imprenditori sull’altare di una politica estera comunitaria incerta e incapace di guardare oltre il proprio naso”

“Gli imprenditori bellunesi – aggiunge – hanno messo ben in evidenza che con queste decisioni è a rischio un mercato che era in forte crescita. Ma l’aspetto più grave è che da questa situazione ne trarranno vantaggio le realtà economiche di altri Paesi che sono in competizione con noi. E’ quindi sacrosanta la richiesta degli imprenditori bellunesi al governo di mantenere un atteggiamento più autonomo e di maggiore equilibrio, tenendo conto dei contraccolpi commerciali di certe decisioni. Parallelamente vanno sensibilizzati anche i nostri europarlamentari perché si facciano parte attiva nel manifestare queste giuste preoccupazioni sui tavoli europei”.

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.