Friday, 20 September 2019 - 05:19
direttore responsabile Roberto De Nart

Expo delle Dolomiti patrimonio dell’umanità 2014

Set 21st, 2014 | By | Category: Appuntamenti, Pausa Caffè, Società, Associazioni, Istituzioni

Dal prossimo venerdì 26 il Quartiere Fieristico di Longarone Fiere Dolomiti ospita la quarta edizione di “Expo delle Dolomiti Patrimonio dell’Umanità”, l’esposizione che vuole esaltare le caratteristiche, le finalità e le ricadute socio-economiche conseguenti all’iscrizione delle Dolomiti a Patrimonio dell’Umanità. Nell’ambito dell’Expo verranno presentate quest’anno anche “Arte in Fiera Dolomiti”, la mostra mercato d’arte moderna e contemporanea, e “Sapori Alpini”, il salone dei prodotti dell’eno-gastronomia territoriale che quest’anno viene riservato alle produzioni tipiche dell’arco alpino ed in particolare delle province dolomitiche (Belluno, Bolzano, Pordenone, Udine e Trento). L’ingresso alle tre manifestazioni sarà ogni giorno gratuito dalle 10 alle 19 con lunedì 29 chiusura alle 17.

Oscar De Bona

Oscar De Bona

“La scelta di adottare questa particolare strategia è legata al fatto che l’anno prossimo a Milano si terrà Expo 2015, l’esposizione universale nella quale i partecipanti presenteranno le tematiche del comparto agro-alimentare dei propri territori – dice il presidente di Longarone Fiere Dolomiti, Oscar De Bona – e le Dolomiti fanno qui a Longarone una sorta di prova generale di come potranno presentarsi al meglio nell’importante esposizione di Milano”.

La manifestazione si presenta quest’anno con un panorama espositivo di assoluto livello, ed il programma di eventi collaterali all’esposizione include proposte che spaziano dalle tematiche presentate dall’Accademia Italiana della Cucina, con un nutrito programma dedicato alle diverse tradizioni in cucina nelle province delle Dolomiti, a quelle proposte dal Club Alpino Italiano, che terrà tra l’altro un convegno tecnico sugli scopi e le procedure operative applicate nella telemedicina; presenti per la prima volta nelle Dolomiti anche alcuni siti Unesco (quali quello delle “Langhe-Roero- Monferrato”, l’ultimo riconosciuto in ordine di tempo, e quello sloveno delle “Grotte di San Canziano”) ed il Museo delle Scienze di Trento. Presente anche il Ministero dell’Ambiente con un convegno in programma sabato 27 che verterà sul tema della valorizzazione del brand Unesco. Come nelle precedenti edizioni, anche seminari tematici, incontri con l’autore e presentazioni di libri, proiezioni di video inediti sulle Dolomiti e altri eventi collaterali non mancheranno a far da corredo all’esposizione.

L’intero padiglione C sarà invece dedicato ad ospitare le più tipiche produzioni agro-alimentari delle province nel cui territorio si trovano le Dolomiti riconosciute da Unesco; ci saranno, come da tradizione, anche alcuni stand particolari che conferiscono un valore aggiunto alla rassegna: dalla presenza dell’AIS, l’Associazione Italiana dei Sommeliers che propone degustazioni e un concorso enologico, all’Istituto Agrario “A. Della Lucia” di Feltre per finire con il Consorzio Valle del Piave che offrirà ai visitatori, grazie ai suoi maestri gelatieri che saranno presenti, una sfiziosa varietà di gusti di gelato artigianale ispirati alle terre dolomitiche.

“Arte in Fiera Dolomiti” prosegue quest’anno il suo processo di trasformazione in evento a tutto tondo per la promozione e la diffusione dell’espressione artistica rafforzando in maniera ancor più chiara il suo legame con il territorio delle Dolomiti. In esposizione allora il soggetto predominante saranno le più belle montagne del mondo, con l’arte di opere di pittura e scultura di tanti autori, artisti affermati e giovani promesse emergenti. Vi saranno soprattutto eventi collaterali dedicati a straordinari artisti quali Simon Benetton, Augusto Murer, Mario Vidor, Ferruccio Gard, Francesco Piazza, Antonio Zuccon, Franco Murer, Claudio Malacarne, Sergio Sini e altri ancora.

Share

Comments are closed.