13.9 C
Belluno
lunedì, Giugno 1, 2020
Home Cronaca/Politica Elezioni nuova Provincia: il Bard ringrazia e assicura il sostegno al presidente...

Elezioni nuova Provincia: il Bard ringrazia e assicura il sostegno al presidente che verrà eletto

belluno-provincia-autonomaIl Movimento BARD (Belluno Autonoma – Regione Dolomiti) visto l’esito della riunione di una parte dei Sindaci bellunesi per definire l’assetto amministrativo del nuovo ente provinciale:

  • ringrazia la candidata Vania Malacarne, la candidata Alessandra Buzzo, per la generosa disponibilità ad assumersi un ruolo agro e difficile nel far emergere i problemi di rappresentanza del Cadore e dell’Agordino;
  • ringrazia la candidata, Daniela Larese Filon che, nonostante le rilevanti difficoltà, ha accettato l’incarico per la nuova presidenza;
  • ringrazia i Sindaci che hanno compreso come il rivendicare la presidenza ad un Sindaco delle Dolomiti non era e non è un capriccio inconsistente, ma una necessità di riequilibrio e di equità strategica per mantenere un sentire ed un agire comune, al fine di affrontare i gravissimi problemi sociali, economici ed amministrativi del nostro territorio;
  • Il BARD sottolinea la propria soddisfazione nell’aver saputo difendere questo importante riconoscimento richiesto apertamente e motivatamente nelle settimane scorse a tutte le forze politiche mediante il proprio manifesto pubblico composto di proposte e contenuti e non di richieste di spartizione di “careghe”;
  • rileva come la Legge di riforma delle Province sia una legge mal fatta con un meccanismo elettorale non democratico e inefficiente dalla quale derivano molte delle difficoltà a trovare candidati Presidente e Consiglieri in tutt’Italia;
  • conferma che l’elettorato indiretto, ristretto ulteriormente ai soli Sindaci, è un sistema sbagliato e incapace di produrre solidarietà tra le comunità e tra i soggetti che assumono il compito di assicurare rappresentanza e composizione degli interessi comuni;
  • afferma che, non avendo Sindaci, il meccanismo elettorale scelto, di fatto, esclude il BARD dalla competizione e che questo non ci piace, visto che il nostro movimento è quello che più di ogni altra forza politica ha tentato di tutelare con tutti i mezzi leciti il ruolo e una diversa funzione dell’ente provinciale, ora chiamato con pessima denominazione di “area vasta”. Invece chi ne ha determinato la trasformazione e ne desiderava l’eliminazione e poi  il depotenziamento, ritiene di essere l’unico capace di guidarlo;
  • afferma che imputare al BARD, che tra i suoi associati ha un ventina di amministratori e, quindi, quasi nessun peso elettorale, la responsabilità di dividere i Sindaci e le comunità è affermazione che denota una inadeguata capacità di analisi numerica e la malcelata necessità di scaricare le colpe di una politica spartitoria e priva di ogni altro contenuto utile al territorio;
  • conferma che la partecipazione al Consiglio debba essere aperta a tutti i soggetti del bellunese e non sono ad alcune parti.

Comunque vada la competizione elettorale e qualsiasi sia il risultato, il BARD assicura al Presidente eletto il proprio sostegno al fine di consolidare le relazioni tra i Comuni e la Provincia al fine di rafforzare la capacità di difendere gli interessi delle comunità dolomitiche bellunesi dentro e fuori il territorio bellunese.

Unica e sufficiente ragione costitutiva del movimento BARD.

Belluno, 17 settembre 2014

Bard – Belluno Autonoma Regione Dolomiti

Share
- Advertisment -

Popolari

990mila euro per la messa in sicurezza a Villaga. Bortoluzzi (Provincia) e Zatta (Comune di Feltre): «Si pone fine a un problema annoso»

Partirà nei prossimi giorni la messa in sicurezza dell'abitato di Villaga, in Comune di Feltre. Una vasta operazione gestita dalla Provincia di Belluno che...

Borgo Valbelluna. Le biblioteche, “Piazze del sapere” anche per i più giovani

In questi giorni il Comune di Borgo Valbelluna si sta attivando per formalizzare l’affidamento a terzi di alcune attività del servizio bibliotecario comunale per...

2 giugno Festa della Repubblica. Cerimonia in piazza dei Martiri per il 74mo anniversario

La drammatica situazione di emergenza sanitaria causata dall’epidemia del coronavirus impone che per quest’anno la cerimonia si svolga rispettando le misure di prevenzione per...

Nevegal, basta rimpalli! De Moliner: “Non vorremmo che la proposta Gidoni in Regione finisse come la Legge 25/14 sulla autonomia della Provincia di...

"Crediamo che sulla vicenda Nevegàl debba essere fatta chiarezza sulle intenzioni che hanno la Regione e il Comune di Belluno. Non è possibile, ed...
Share