Monday, 16 September 2019 - 12:21
direttore responsabile Roberto De Nart

L’Istituto “Catullo” porta al Quirinale lo spettacolo “Nessuno è perfetto”

Set 15th, 2014 | By | Category: Prima Pagina, Scuola

istituto-catullo-140x118L’Istituto “Catullo” di Belluno rappresenterà il Veneto e le “Scuole in Rete per un mondo di solidarietà e di pace” alla cerimonia di inaugurazione dell’anno scolastico che si terrà il 22 settembre dalle 16 alle 19 nel cortile d’onore del Quirinale alla presenza del capo dello stato.

Durante la diretta della cerimonia su Rai 1 all’interno del programma “Tutti a Scuola”, verranno mandati in onda alcuni spezzoni video della coreografia “Nessuno è perfetto” che ha meritato la Palma di miglior performance allo spettacolo delle Scuole in Rete “Valori per Volare” del 24 aprile al teatro comunale di Belluno e ha vinto il concorso “I giovani e l’Arte” all’interno dello stage meeting del progetto Pace al teatro Palageox di Padova.

La rappresentazione scenica dell’istituto di Belluno è stata ideata e diretta dal professor Massimo Ferigutti: «Io lavoro da anni nell’ambito del sostegno e mi sono trovato a ottobre a interagire con una classe che ha dimostrato di avere una forte empatia e una grande sensibilità verso i temi legati al disagio sociale, molto di più che in altre classi», racconta il regista nonché presidente del centro studi e ricerche “FormArte”, «viviamo in una società dove la tv e internet passano sempre di più il messaggio che per essere una persona di successo bisogna rispondere a tutta una serie di canoni e caratteristiche. “Nessuno è perfetto” è nato per contestare questo: bisogna pensare meno all’apparenza e di più sostanza. Nello spettacolo la metafora dei manichini rotti da sostituire serve per insegnare a trovare un equilibrio tra la perfezione e l’imperfezione che vive dentro ognuno di noi, per vivere meglio».

Lo spettacolo è nato a ottobre e nel giro di neanche un anno ha già ottenuto una serie di premi e di importanti riconoscimenti a livello regionale, e ora anche nazionale: «Non pensavamo di avere questo successo, che è dovuto in gran parte al lavoro dei ragazzi, sempre seri e spesso pignoli. Io do solo le direttive, poi ciascuno dirige il suo gruppo di lavoro».

Lo spettacolo del Catullo è stato scelto dal Ministero come il più efficace per promuove la valorizzazione delle differenze e delle disabilità. La cerimonia di inizio anno nasce proprio per evidenziare i migliori progetti sviluppati dagli istituti scolastici sui temi della sensibilizzazione sociale. Sei studenti e due docenti dell’istituto bellunese partiranno nei prossimi giorni per la capitale e avranno il privilegio di rappresentare il Veneto, assieme ad alcuni studenti degli istituti comprensivi di Rovigo 1 e di Solesino-Stanghella. Una bella soddisfazione per la scuola bellunese ed un ottimo inizio d’anno per le Scuole in Rete per un mondo di solidarietà e pace.

Share

Comments are closed.