13.9 C
Belluno
lunedì, Giugno 1, 2020
Home Riflettore Lunedì, primo giorno di scuola, scatta il flashmob degli studenti davanti...

Lunedì, primo giorno di scuola, scatta il flashmob degli studenti davanti agli istituti per essere protagonisti della riforma

rete studenti medi belluno feltreLunedì 15 settembre gli studenti di tutto il Veneto torneranno a scuola per cominciare un nuovo anno scolastico. Nello stesso giorno a Roma, il governo aprirà le consultazioni su tutto il territorio nazionale per discutere e modificare il Patto educativo di riforma della scuola presentato lo scorso 3 settembre.

Per questo, la Rete degli Studenti Medi ha deciso di organizzare più flashmob davanti a molte scuole venete con lo slogan “La scuola siamo noi!” perché vogliono essere protagonisti all’interno della riforma della scuola.

“Dal primo giorno di scuola – spiega il coordinatore provinciale Denis Donadel – gli studenti – vogliamo rispondere alle proposte del Governo e sfidarlo su quei temi ignorati ma, per noi, fondamentali: cicli nuovi, diritto allo studio, democrazia nelle scuole, didattica innovativa, valutazione. Rivendichiamo una Scuola Davvero Buona. Dal primo giorno di scuola vogliamo parlare di come viviamo la città e il territorio e di come vorremmo viverli, rivendichiamo una vera cittadinanza studentesca.

Rete Studenti MediDal primo giorno di scuola vogliamo chiedere con forza che al centro del Paese ci sia la Conoscenza e l’Istruzione nel suo complesso: non si fa la buona Scuola senza una buona Università. Rivendichiamo un investimento politico ed economico in tutto il sistema della Conoscenza.

“Domani inizia la consultazione del Governo sul Piano Scuola, –  prosegue Denis Donadel – per questo è necessario il contributo di tutti in questa fase e noi non ci tireremo indietro dal dare voce alle idee e ai sogni degli studenti. Vogliamo essere protagonisti, e tutti gli studenti con noi, del cambiamento della scuola, riuscendo a far valere le esigenze e i bisogno di tutti gli studenti, affinché la scuola possa essere realmente un luogo di formazione, conoscenza e creatività.”

“Lanciamo questo primo giorno di scuola con lo slogan “La scuola siamo noi!” – continua Denis – perché la scuola non viene vissuta solamente da insegnanti e personale ATA, ma soprattutto da noi studenti che ogni giorno la viviamo appieno.”

“Lunedì mattina ci troveremo davanti a tutte le scuole del Veneto – conclude Denis – per ascoltare gli studenti, le loro problematiche e i loro consigli per rendere migliore la scuola. Domani, primo giorno di scuola, comincia il nostro autunno di partecipazione e mobilitazione studentesca. Il 10 Ottobre saremo in piazza a dimostrare che la Grande Bellezza siamo noi.”

Il flashmob si svolgerà davanti all’ITIS G. Segato (7.45) e al Renier (8.45).
A Feltre si terrà al Colotti (7.45) e al liceo Dal Piaz (sede a fianco all’ospedale, 8.45).

Hashtag: #grandebellezza #10ott

Share
- Advertisment -

Popolari

Massaro e Perenzin sollecitano Zaia: «Asili nido ancora fermi. Vogliamo riaprirli, la Regione si decida»

  Appello dei sindaci bellunesi alla Regione Veneto affinché provveda alla riapertura degli asili nido: l'ordinanza regionale n. 50 dello scorso 23 maggio - che...

Escursionista si perde nella nebbia

Ponte nelle Alpi (BL), 31 - 05 - 20    Alle 11.15 circa la Centrale del 118 è stata contattata per avere informazioni da...

On line il sito dell’Associazione proprietari Nevegal. Progetti per rendere vivibile il Colle tutto l’anno

Il Covid-19 non ha fermato l’Associazione proprietari Nevegal che in questi mesi ha realizzato un sito internet www.associazioneproprietarinevegal.it e condiviso idee e progetti con...

Auronzo. La giunta mette a disposizione 500mila euro del Fondo Comuni Confinanti per l’emergenza covid-19

La giunta comunale di Auronzo di Cadore ha convocato in Sala consiliare i presidenti delle Regole, dell’Ente Cooperativo, del Consorzio Turistico, dello Iat, del...
Share