Friday, 20 September 2019 - 05:20
direttore responsabile Roberto De Nart

Interventi del Soccorso alpino

Set 7th, 2014 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina
soccorso alpino cnsasBelluno, 07-09-14  L’elicottero del Suem di Pieve di Cadore è intervenuto verso mezzogiorno e mezza nei pressi dei Laghi d’Olbe, nel comune di Sappada, dove G.R., 71 anni, di Trieste, che si trovava con i famigliari, era caduto mettendo male il piede. L’uomo, con una sospetta frattura alla caviglia, è stato quindi imbarcato e trasportato all’ospedale di Belluno. Pronta a intervenire la Stazione del Soccorso alpino di Sappada. Verso le 13, il 118 ha invece inviato un’ambulanza e una squadra del Soccorso alpino della Val Comelico e del Sagf in Val Visdende, nel comune di San Pietro di Cadore. Lì, G.B., 71 anni, di Mogliano Veneto (TV), era caduto con la bicicletta non distante da Malga Londo. Prestategli le prime cure, l’uomo è stato poi accompagnato all’ospedale di Pieve di Cadore per un probabile lieve trauma cranico.
L’elicottero del Suem di Pieve di Cadore è intervenuto nuovamente attorno alle 16.30 lungo il sentiero 565, che dal Rifugio Tissi scende ad Alleghe attraversando la Val d’Antersas, dove un turista tedesco, G.S., 56 anni, rotolato per alcuni metri dopo essere scivolato, aveva sbattuto la testa sul terreno. Sbarcati il tecnico del Soccorso alpino e il medico dell’equipaggio, all’uomo, che si trovava con un gruppo di connazionali, sono state prestate le prime cure. Una volta imbarellato, l’infortunato è stato recuperato con un verricello di 10 metri e trasportato all’ospedale di Belluno con un taglio sulla fronte e un sospetto trauma cranico. Contemporaneamente l’eliambulanza di Treviso emergenza è stata inviata in Nevegal, poiché un’escursionista bellunese, D.T., 31 anni di Sedico, si era sentita poco bene. Poichè la presenza di nebbia ha però impedito l’avvicinamento del velivolo, è stata allertata una squadra del Soccorso alpino di Belluno. Mentre i soccorritori risalivano il colle, il gestore del rifugio è partito con lei in jeep verso valle. A una quota più bassa, all’altezza del campeggio, l’assenza di nuvole ha infine permesso l’atterraggio dell’elicottero che, imbarcata la donna, l’ha accompagnata all’ospedale di Belluno per i controlli del caso.
Share

Comments are closed.