Monday, 16 September 2019 - 12:15
direttore responsabile Roberto De Nart

Terrorismo e rischio infiltrazioni a Belluno e nel Nordest. Piccoli: “Martedì Alfano riferisce in aula”

Set 5th, 2014 | By | Category: Cronaca/Politica, Riflettore
Giovanni Piccoli, senatore Pdl

Giovanni Piccoli, senatore Pdl

“Martedì prossimo il ministro Alfano sarà in aula per relazionare sulla difficile situazione internazionale e sulla possibile presenza di cellule fondamentaliste nel nostro Paese. Chiedo al ministro di fornire precise spiegazioni anche alla comunità bellunese e a quella veneta più in generale”.

A dirlo è il senatore di Forza Italia Giovanni Piccoli in vista dell’appuntamento fissato per martedì prossimo a palazzo Madama, quando il Ministro dell’Interno, Angelino Alfano, riferirà in Assemblea sui temi del terrorismo internazionale di matrice religiosa, come peraltro annunciato mercoledì 3 settembre, in apertura di seduta, dal presidente Pietro Grasso.

“Sapere che da una provincia relativamente tranquilla e poco popolata come quella di Belluno sono partiti due jihadisti deve farci riflettere tutti quanti. Non è un affare solo bellunese ma nazionale. Il Viminale deve farsene carico perché ci sono delle domande alle quali deve necessariamente rispondere. Innanzitutto va chiarito, anche alla luce dell’arresto dell’imam bosniaco Bilal Bosnic che reclutava combattenti in terra veneta, se ci sono nuclei fondamentalisti sul territorio. Mi chiedo poi se c’è il rischio che altre persone siano partite alla volta dei teatri di guerra del Medio-Oriente da Belluno o dal Veneto. Non possiamo dimenticare infatti che la notizia del macedone partito dall’Alpago alla volta della Siria sia trapelata a distanza di mesi dall’effettiva partenza”.

“In gioco, come ho detto pochi giorni fa, c’è la stabilità di un intero territorio: interroghiamoci seriamente sulle politiche dell’immigrazione portate avanti in questi ultimi anni e sull’eccessivo buonismo che genera mostri. Una democrazia, per essere solida, deve avere forti anticorpi e saper così respingere gli attacchi esterni. Un buon Governo dovrebbe servire a somministrare questi anticorpi soprattutto contro le derive fondamentaliste”, afferma Piccoli che dice anche di non aver ancora ricevuto alcuna risposta all’interrogazione depositata a inizio febbraio dopo la diffusione della notizia della morte di Ismar Mesinovic, sul rischio terrorismo nel Bellunese e a Nordest e sulle sorti del figlioletto che lo stesso Mesinovic aveva portato con sé.

“Qualcuno mi aveva dato dell’esagerato, ora i fatti si impongono in tutta la loro gravità”, conclude Piccoli. “Mi auguro che martedì Alfano possa essere convincente ed esauriente: i bellunesi e i veneti, visto quanto successo, aspettano spiegazioni”.

Share

One comment
Leave a comment »

  1. Alfano e il pd sono amici dei terroristi e delle tasse, aumenterebbero entrambi a tutto spiano! E gli italioti sono masochisti!