Monday, 16 September 2019 - 12:14
direttore responsabile Roberto De Nart

Due giornate di grande festa a Farra d’Alpago. Domenica 7 settembre l’ottava edizione di “Vecchi Mestieri.” Alla sera la fiaccolata mariana e lunedì 8 settembre la tradizionale sagra e la processione al santuario della Madonna del Runal

Set 5th, 2014 | By | Category: Appuntamenti, Arte, Cultura, Spettacoli, Pausa Caffè

Sfilata abiti sposa da anni 30 a 50 leggeraArtigianato, antichi lavori, arte e cultura saranno i principali ingredienti dell’ottava edizione della manifestazione “Vecchi Mestieri” che si svolgerà domenica 7 settembre a Farra d’Alpago.

Numerosi come ogni anno gli stand allestiti nelle vie del paese dove i visitatori potranno assistere alla cardatura della lana, la lavorazione del ferro, la produzione del gelato artigianale e poi pittori, ricamatrici, scultori, scalpellini, falegnami, lavandaie, sarti, barbieri, caregheta e tutti “i mestieri de na olta” saranno rappresentati in una grande giornata all’insegna della festa popolare e del divertimento.

Si potranno gustare prodotti gastronomici tipici del territorio dell’Alpago confezionati attraverso le antiche lavorazioni: el fornèr, el caser coi so scatoi, el caffè col caglierin, el minestron dei morti, la polenta trapiè, la boia co le costesine, musetto e patate e tantissime altre prelibatezze dal sapore antico.

La frasca sotto il capannone nell’area della palestra comunale funzionerà comunque già da sabato sera con le varie specialità alla griglia.

Altre attrazioni il laboratorio di pittura su tela dedicato ai bambini e la sfilata di vestiti da sposa in stile dagli anni 30 agli anni 50

Non mancheranno i “dughi de na olta” per far giocare i bambini (ma anche gli adulti), che ogni anno affollano numerosi questa manifestazione organizzata dal comitato Vecchi Mestieri in collaborazione con il Comune di Farra e moltissimi volontari. Una festa cui ci si prepara tutto l’anno e alla quale concorre e partecipa tutto il paese.

L’artigianato artistico, il manifatturiero e l’enogastronomia svolgono così un importante ruolo sotto l’aspetto culturale, sociale ed economico. “Tutelare e sviluppare le produzioni artigianali e artistche e riscoprire e rivalorizzare gli antichi mestieri significa anche svolgere un’importante azione di promozione del nostro territorio”, dicono gli organizzatori.

La manifestazione inizierà alle 9 con la passeggiata tra gli stand. Alle 12 pranzo per le vie e nei cortili con i prodotti tipici locali, Alle 15 la rappresentazione della vecchia scuola, la sfilata del passato e l’Atelier di Paola. Alle 18.30 passaggio dei figuranti sulle note della banda comunale di Farra. Presenti anche i gruppi folkloristici “Provagner” e “Diego Band” con musiche e canti popolari.

Alle 20 partirà la tradizionale fiaccolata fino al santuario della Madonna del Runal che segnerà la fine della manifestazione.

Lunedì 8 settembre ancora festa grande con la tradizionale sagra della Madonna del Runal organizzata da Pro Loco, Gruppo Alpini, Comune e la parrocchia dei Santi Filippo e Giacomo. Il pellegrinaggio al santuario dove si svolgeranno diverse Messe celebrate da don Lorenzo Sperti e altri parroci fin dal mattino durerà per tutta la giornata. Per facilitare l’arrivo al suggestivo santuario della Madonna del Runal, collocato in mezzo al bosco, il bus navetta funzionerà per tutto il giorno con partenza dalla palestra.

Informazioni allo 0437 46448 e 0437 430318.

Share

Comments are closed.