13.9 C
Belluno
lunedì, Giugno 1, 2020
Home Prima Pagina Fecondazione eterologa. Coletto: "l’eterologa qui da noi sarà erogata in regime pubblico,...

Fecondazione eterologa. Coletto: “l’eterologa qui da noi sarà erogata in regime pubblico, solo con un ticket”

Luca Coletto
Luca Coletto

“Le linee guida sulla fecondazione eterologa approvate all’unanimità scaturiscono da un imponente lavoro portato avanti dai tecnici delle Regioni, che ringrazio, ed hanno la fondamentale caratteristica dell’equilibrio nell’affrontare un tema delicato e dibattuto”.

Con queste parole l’Assessore alla Sanità del Veneto Luca Coletto, anche nella sua veste di coordinatore degli Assessori alla Sanità delle Regioni italiane, commenta con soddisfazione il sì unanime arrivato dalla Conferenza dei Presidenti delle Regioni e delle Province Autonome alle linee guida sulla fecondazione eterologa.

“E’ stato dato un segnale significativo di equilibrata attenzione alle opportunità offerte dalla scienza, ma anche un forte messaggio: le Regioni hanno fornito al Paese intero una lampante dimostrazione delle loro capacità di gestire in totale autonomia un tema complesso e delicato, togliendo le castagne dal fuoco al Governo centrale e dando una vera e propria lezione di federalismo sanitario”.

Tornando alle linee guida, Coletto ha posto l’accento su alcuni aspetti “molto importanti”.

“Penso – ha detto – al fatto che l’eterologa qui da noi sarà erogata in regime pubblico, solo con un ticket che concorderemo perché sia uguale in tutte le Regioni; al no all’eugenetica, ai limiti posti all’età di donatori e riceventi e al numero di donazioni, al fatto che la donazione dovrà essere assolutamente gratuita. L’eterologa – ha aggiunto – potrà comunque essere erogata, a pagamento, anche oltre l’età fissata, ma il costo sarà comunque enormemente inferiore a quelli da sopportare nei viaggi della speranza all’estero dove si deve pagare profumatamente anche la donazione ricevuta”.

Coletto ha infine rilevato che “anche per simmetria giuridica con la fecondazione omologa, l’eterologa dovrà assolutamente essere inserita nei Livelli Essenziali di Assistenza, perché è divenuta diritto costituzionalmente riconosciuto, e finanziata dallo Stato all’interno del Fondo Sanitario Nazionale”.

Share
- Advertisment -

Popolari

Massaro e Perenzin sollecitano Zaia: «Asili nido ancora fermi. Vogliamo riaprirli, la Regione si decida»

  Appello dei sindaci bellunesi alla Regione Veneto affinché provveda alla riapertura degli asili nido: l'ordinanza regionale n. 50 dello scorso 23 maggio - che...

Escursionista si perde nella nebbia

Ponte nelle Alpi (BL), 31 - 05 - 20    Alle 11.15 circa la Centrale del 118 è stata contattata per avere informazioni da...

On line il sito dell’Associazione proprietari Nevegal. Progetti per rendere vivibile il Colle tutto l’anno

Il Covid-19 non ha fermato l’Associazione proprietari Nevegal che in questi mesi ha realizzato un sito internet www.associazioneproprietarinevegal.it e condiviso idee e progetti con...

Auronzo. La giunta mette a disposizione 500mila euro del Fondo Comuni Confinanti per l’emergenza covid-19

La giunta comunale di Auronzo di Cadore ha convocato in Sala consiliare i presidenti delle Regole, dell’Ente Cooperativo, del Consorzio Turistico, dello Iat, del...
Share