Tuesday, 17 September 2019 - 17:14
direttore responsabile Roberto De Nart

Demanio idrico. Belluno trattiene l’intero importo dei canoni. Conte: “Da Reolon mi aspetto scuse formali”

Ago 27th, 2014 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

 

Maurizio Conte

Maurizio Conte

Venezia, 27 agosto 2014 “La Provincia di Belluno non si è vista assegnare alcuna quota dei canoni del demanio idrico perché riceve l’intero importo, dal momento che è titolare delle funzioni in materia, ad esclusione delle ‘derivazioni di rilevanza regionale (ossia le più redditizie, Piave e Cordevole ndr)’”.

Maurizio Conte chiarisce subito i termini della questione rispetto alle accuse del consigliere Reolon, secondo il quale il territorio bellunese non avrebbe ricevuto soldi per interventi contro il dissesto.

“Non incassa insomma una quota parte, ma tutti gli introiti – precisa – nel contesto di quell’autonomia, a Reolon sconosciuta, che abbiamo dato alla nostra provincia montana. Dispiace che non abbia avuto la pazienza di leggere tutto il comunicato sull’argomento. A meno che, con le sue farneticanti affermazioni, non pensi che tutti i canoni di derivazione delle acque introitate nel territorio regionale, e non solo la totalità di quelli introitati nel bellunese, debbano andare alla sua provincia, lasciando privi di risorse le altre amministrazioni provinciali. Se proprio sono queste le convinzioni del consigliere Reolon, proponga di modificare la Legge Regionale, la porti in Consiglio e poi vedremo cosa diranno i suoi colleghi, anche di partito, della sua visione distorta della specificità di Belluno”.

“In ogni caso – aggiunge Conte – mi aspetto dal consigliere Pd una smentita e delle scuse formali. E magari un po’ di umiltà. Quando il livore supera l’intelligenza, e quando non si conoscono neppure i provvedimenti regionali, si rischia solo di dire cumuli di sciocchezze. A meno che il suo comportamento sia suggerito dalla convinzione che “a parlar sempre male di qualcuno alla fine qualcun altro rischia di crederci”. Con i cittadini già oppressi da crisi, tasse di ogni genere, maltempo, dissesto e chiacchiere, perché investirli anche di stupidaggini? Chiedo un po’ di rispetto soprattutto per loro – conclude Conte – prima ancora che per me e gli altri membri della Giunta regionale che coinvolge nelle sue false affermazioni”.

 

Share

2 comments
Leave a comment »

  1. Mamma mia…..

  2. Via dal Veneto