Tuesday, 17 September 2019 - 16:36
direttore responsabile Roberto De Nart

Progetto Terna, manifestazione di giovedì 28 agosto a Cortina * intervento di Renata Dal Farra

Ago 26th, 2014 | By | Category: Cronaca/Politica, Riflettore, Società, Associazioni, Istituzioni

renata dal farraL’ennesima integrazione progettuale, atto volontario presentato il 6 agosto al Ministero dell’Ambiente, quale nuova alternativa (?!?!?) alle attuali in campo,  viene giustificata da Terna come risposta ai colloqui emersi in occasione del sopralluogo effettuato, qualche tempo fa, da alcuni membri della Commissione VIA nazionale e delle presentazioni effettuate dalla stessa Terna in alcune amministrazioni comunali.
A fronte di ciò emergono almeno tre aspetti critici:
– il primo derivante dal fatto che Terna strumentalizza le sue presentazioni nei Consigli Comunali per giustificare l’elaborazione dell’Alternativa C !!
Nel caso di Limana, come ho esplicitamente dichiarato il giorno del Consiglio comunale del 15 luglio 2014,  NON si sarebbe dovuto dare la parola a Terna,  in quanto atto irrituale e fuori della procedura di VIA all’interno della quale, vorrei ricordare, si incardina attualmente ancora  il progetto di Terna.
Le giustificazioni addotte dal Sindaco di Limana Milena De Zanet che l’incontro si presentava come un atto di cortesia non si addicono alla Pubblica Amministrazione che deve svolgere la propria funzione in base ad atti di razionalità amministrativa e non di “buonismo”!!
– il secondo derivante dal fatto che Terna utilizzi le “chiacchiere” informali di un membro della Commissione VIA nazionale, emerse in occasione del recente sopralluogo effettuato nel bellunese, come motivazione fondante per presentare, in modo anch’esso irrituale e non esaustivo, la cosiddetta “Alternativa C”;
– il terzo è relativo alla valutazione ambientale comparata con la quale Terna, nel presentare l’Alternativa C, ritiene, a suo modo di vedere, di dimostrare (…ad hoc..) comunque che l’alternativa B (a mezza costa del Nevegal) rimane sempre quella a minore impatto ambientale!

Evidentemente Terna continua, in modo imperterrito, a sostenere l’alternativa B, ovvero realizzare l’elettrodotto a mezza costa del Nevegal nel comune di Limana.
In ogni caso questa Integrazione Volontaria di Terna dovrà essere, a mio avviso,  nel più breve tempo possibile:
– oggetto di approfondimento nell’apposita Commissione Consigliare di Limana che ricalca quella nominata dalla precedente amministrazione;
– opportunamente controdedotta dal Comune di Limana incaricando i tecnici che, a suo tempo, avevano elaborato le Osservazioni le quali, ricordo, furono approvate in tempi ristrettissimi e all’unanimità dal Consiglio Comunale dalla precedente Amm Favero, e che furono fondamentali x rallentare gli
intenti di Terna. Ora si sta perdendo tempo, tempo prezioso !!!!

– dopo l’audizione di Terna in III Commissione Consigliare Regionale, ho inviato in data 18 luglio una nota al Sindaco De Zanet  ritenendo assolutamente necessario che il Comune di Limana richiedesse un’audizione in detta Commissione Consiliare regionale.
A tal fine suggerivo che il Comune venisse rappresentato dalla nostra Commissione, ad hoc costituita (per gli aspetti politici), dal nostro consulente Prof. Giovanni Campeol (per gli aspetti tecnici) e dal Sig. Gianni Pastella in rappresentanza dei comitati (per gli aspetti sociali).
Tale audizione chiedevo avvenisse il più presto possibile in modo tale che i Consiglieri regionali avessero la possibilità di conoscere in tempi rapidi un’altra chiave di lettura delle questioni legate al progetto di Terna.
Nonostante la risposta del Vice Sindaco Edi Fontana che  era già tra le intenzioni  dell’ Amministrazione com chiedere un’audizione in III^ Commissione Consiliare a tutt’oggi nulla e’ stato fatto!!
Terna sta correndo mentre a Limana dopo aver dato erroneamente ulteriore spazio a Terna nel consiglio comunale del 15 luglio l’amministrazione De Zanet tace … Ovvero fa dichiarazioni di intenti, seppur apprezzabili ed in linea con quanto sarebbe necessario, ma in pratica nulla si sta muovendo.

Invito quindi tutti i cittadini che hanno supportato in questo anno l’operato dell’amministrazione dell’ex Sindaco Mario Favero ad essere presenti giovedì a cortina, a far girare via web le mail ed i post sul problema ed a continuare a sostenere ogni iniziativa futura, come atto a testimonianza che i cittadini limanesi sono o primi a voler bene al loro territorio.

Io ho sempre contrastato con decisione questo deleterio progetto di Terna vorrei vedere a Cortina anche i rappresentanti dell’amministrazione De Zanet ed i rappresentati degli altri gruppi di minoranza.

Ringrazio x l’attenzione che vorrete riservare a questa delicata questione per la tutela della salute dei nostri cittadini e del nostro splendido territorio!

Renata Dal Farra

Per il Gruppo Consiliare “Renata Dal Farra per Limana con Limana” 

Share

6 comments
Leave a comment »

  1. ma il problema è solo e principalmente Limana? Cara Renata tu parli e le azioni fino ad oggi della sinistra Bellunese quali sono state??? Atti no ciacole e il tuo segretario regionale e deputato nazionale come la pensa, mi sembra molto ma molto vicino all’assessore Orzes quindi a Terna……e allora cossa fone???

  2. Atti? Be’ forse non hai molto seguito la cosa in questo anno.. Appena avuto sentore del problema ho organizzato come Assessore alle Politiche Sociali e Sanità della precedente Amm Comunale di Limana un Convegno, con relatori Tecnici e Legali esperti, al quale hanno partecipato circa 300 persone e la serata e’ stata molto utile a tutti, me compresa, x capirne la vera e pesante portata.. Sono seguiti incontri con tra il Comune ed i Tecnici, il Comune ed i Cittadini, abbiamo istituito una Commissione apposita sul Tema con Sindaco, Tecnici, comp di maggioranza e minoranza, abbiamo lavorato intensamente e siamo giunti all’approvazione in consiglio comunale all’unanimità di ben 200 pagg come Osservazioni contro l’ipotesi “B” mandate in Regione ed al Ministero Ambiente, che Ti invito a leggere attentamente sul sito del Comune di Limana.. Ora sto ancora lavorando al fianco dei Comitati x la difesa del ns territorio.. Se il Progetto s’ha da fare non e’ certo questa la soluzione .. Ma e’ tutto scritto e documentato !! Ti ringrazio x avermi dato l’occasione di spiegare quel che ho fatto! Tu..? Che mi dici di Te..? Ciao!

  3. .. Dimenticavo .. Io non posseggo alcun segretario regionale e nessun parlamentare .. Comunque anche su questo ci sono atti in Regione Veneto recenti approvati dai consiglieri regionali bellunesi che chiedono sospensione progetto e impegnano Giunta Regionale ad attivare tavolo tecnico x una soluzione idonea che rispetti salute dei cittadini ed ambiente usando le migliori tecnologie (interramento ecc). A livello nazionale sono state già depositate interrogazioni in tal identico senso … Se giovedì vieni alla manifestazione Ti spiego meglio.. Di lavoro da fare ce n’è ancora molto ..
    A presto!

  4. Devo dire che grazie a Renata sono state scritte le osservazioni contro Terna da parte del comune di Limana.
    Dall’ incontro pubblico con i cittadini di Limana che si sono dimostrati intelligenti Motawi si è fermato ripiegando sui suoi vecchi compagni di merende, da quel giorno grazie anche al voto contrario del consiglio comunale di Belluno sull’addendum C siamo riusciti a cambiare le carte in tavola.
    Domani tutti a Cortina il braccio di ferro con Terna è più che mai in corso, ma senza l’opera di Renata non ci sarebbe mai stato.
    Quindi ora facciamoci sentire tutti insieme, perchè come dice uno dei nostri slogan “LA SVEGLIA è SUONATA LA VAL BELLUNA è INCAZZATA” ovviamente in modo metaforico, ma è la prima volta che semplici cittadini esprimono veramente il loro pensiero senza direttive politiche o immanicamenti vari.
    Vi saluto entrambi a domani anche se Riccardo non può essere dei nostri, sarà ben rappresentato da famigliari e amici.

  5. CHIEDO UMILMENTE SCUSA E A CAPO CHINO A RENATO DAL FARRA MA NON GUARDANDO LA FOTO L’OMONIMIA MI HA TRATTO L’INGANNO A LEI IL MIO RISPETTO ED IL MIO APPREZZAMENTO. E’ STATO UN LAPSUS MADORNALE, SCUSA SCUSA SCUSA.

  6. CHIEDO UMILMENTE SCUSA E A CAPO CHINO A RENATA DAL FARRA MA NON GUARDANDO LA FOTO L’OMONIMIA MI HA TRATTO L’INGANNO A LEI IL MIO RISPETTO ED IL MIO APPREZZAMENTO. E’ STATO UN LAPSUS MADORNALE, SCUSA SCUSA SCUSA.