Monday, 16 September 2019 - 00:31
direttore responsabile Roberto De Nart

Dipingono un treno per il compleanno e firmano “l’opera”. La polizia ferroviaria identifica e denuncia due writer tedeschi

Ago 25th, 2014 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

 

polizia-ferroviaria-160x120Nel week end di ferragosto due amici tedeschi in vacanza nelle montagne bellunesi, hanno scelto un modo singolare per festeggiare la ricorrenza del ventottesimo compleanno di uno dei due, lasciando un segno indelebile del loro passaggio in Italia. Animati da una particolare vena artistica e armati di tutto punto con bombolette di vernice spray di diversi colori, nel corso della notte del 15 agosto si sono recati nella stazione ferroviaria di Belluno e si sono introdotti nello scalo ferroviario ove rimangono in sosta alcuni treni passeggeri in attesa di prendere servizio nelle prime ore del mattino seguente.

Per annunciare al mondo che Thorben (nome di battesimo di uno dei due) compiva gli anni proprio il giorno di ferragosto, hanno riprodotto il nome con una scritta a caratteri cubitali e molto variopinta sulle carrozze di un treno della società Trenitalia, cosicché, quando il treno si sarebbe messo in viaggio avrebbe veicolato il messaggio lungo il suo percorso.

Una pattuglia della Polizia Ferroviaria di Belluno però, durante un ordinario controllo allo scalo ferroviario, si accorgeva del danneggiamento e rilevando che la vernice del “dipinto” era ancora freschissima, con l’intento di bloccare gli autori che verosimilmente potevano trovarsi ancora all’interno dell’area ferroviaria, bloccava tutti i varchi d’accesso allo scalo. Perveniva poco dopo all’individuazione dei due giovani che venivano immediatamente bloccati e sottoposti a controllo.

Gli agenti increduli rilevavano che il nome di battesimo di uno dei due corrispondeva ad una delle scritte riportate sul treno danneggiato. Per quanto precede, ispezionavano i bagagli dei due che risultavano contenere le bombolette di vernice spray utilizzate e le tute intrise di pittura, indossate dai due per non sporcarsi i vestiti.

E’ il caso di dire che se i due “artisti” cercavano un modo per lasciare traccia del loro passaggio in Italia, sicuramente hanno trovato anche la certificazione della Polizia che li ha denunciati per danneggiamento.

Una festa di compleanno che costerà comunque cara per ripagare i danni creati sul treno della società Trenitalia.

 

Share

Comments are closed.